spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un cittadino all’assessore Forzoni: “E ci si muove solo ora in vista… elezioni?”

    GREVE IN CHIANTI – Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Marco Raveggi, cittadino grevigiano sempre attento ai temi del decoro e della manutenzione.

     

    Come cittadino dico all’assessore Simona Forzoni, del Comune di Greve in Chianti, che sono molto contento che gli articoli dei vari cittadini, compresi i miei sul degrado di alcune strutture di Greve iniziano a indirizzare l’amministrazione sulla manutenzione straordinaria del bene pubblico.

     

    Alcune domande però nascono spontanee: come mai ci accorgiamo solo ora di certe cose? Forse sono vicine le elezioni?

     

    Capisco che ci vorranno due operai, che ringrazio per il loro contributo, un idropulitrice, un mezzo con un capiente serbatoio, un generatore di corrente e non meno di dieci giorni ma credo anche che con tutte le tasse che paghiamo una manutenzione per il decoro urbano  non debba essere considerato un evento eclatante da annuncio ma una normale procedura di manutenzione da eseguire ogni anno.

     

    La domanda viene spontanea: come mai dobbiamo sempre aspettare che le cose si deteriorino in modo irreparabile invece di fare manutenzioni ordinarie per la preservazione? Pensi assessore se la manutenzione fosse iniziata quattro anni e mezzo fa.

     

    Oltre alle foto che evidenziano il degrado delle pensiline di Strada in Chianti, le volevo indicare la situazione di quelle presenti a Greve in Chianti e in altre zone del Comune.

     

    Dalle foto si evidenzia che alcune pensiline, come quelle vicine alla nuova biblioteca di Greve in Chianti, oltre alla pulizia per ritornare come nuove necessitano del ripristino delle fiancate in plexiglas mentre in alcuni casi si richiede anche il rispristino delle panchine.

     

    Pensi, in una pensilina nella frazione di Greti al posto della panchina è stata messa una sedia e all’interno di essa abbiamo un’affisione del Comune di Greve. Questa noi cittadini la consideriamo un’affisione curata o poco curata ? Ai cittadini la risposta.

     

    Per concludere volevo chiederle a quanto ammonterà la spesa del ripristino delle pareti in plexiglass, se prevista, e la sostituzione o ripristino delle panchine magari con una tempistica e pianificazione chiara ai cittadini.

     

    La tempistica e la pianificazione saranno sempre più importanti per l’amministrazione comunale nei confronti dei cittadini, perché se le tasse arrivano a cadenza regolare e ben pianificate anche le manutenzioni devono avere la solita logica.

     

    Invito tutti i cittadini, di tutte le frazioni di Greve a manifestare le varie problematiche di degrado e di sicurezza come i cittadini di San Polo, Strada in Chianti e il Ferrone perché solo in questo modo possono essere prese in carico e a volte risolte.

     

    Per concludere, ringrazio anticipatamente l’amministrazione comunale per l’attenzione, ma il prossimo mese ricorderò nuovamente le domande da me poste se non avrò risposte chiare a tutte le domande. Cordiali saluti.

     

    Marco Raveggi

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua