lunedì 1 Marzo 2021
Altre aree

    Life in Chianti: “Preoccupati per la discriminazione verso i ristoranti. Solidali con chi protesta”

    "Ci auguriamo che vengano presto abbandonate tutte le misure restrittive che niente hanno a che fare con il contenimento dei contagi"

    GREVE IN CHIANTI – Solidarietà verso i ristoratori che protestano. Per la precisione, viene condiviso “lo spirito dell’iniziativa IOAPRO”.

    A dirlo è Life in Chianti, l’associazione chiantigiana (con cuore a Greve in Chianti) composta da ristoratori, operatori agrituristici, pubblici esercizi.

    Associazione che “esprime una viva preoccupazione per la continua discriminazione nei confronti di alcuni settori, tra cui la ristorazione, a cui viene imposta la chiusura non accompagnata da una adeguata copertura finanziaria (o ristoro come dir si voglia)”.

    “La nostra associazione – proseguono – esprime quindi solidarietà al movimento IOAPRO che nel rispetto delle regole Covid-19 vuole dare un forte segnale alle autorità”.

    “E dimostrare – si mette in luce – che le attività di ristorazione, come le palestre ma anche i teatri non possono essere considerati responsabili dei contagi”.

    “E’ del resto un dato di fatto – proseguono – che i contagi sono aumentati incuranti delle molte restrizioni”.

    “E’ anche un dato di fatto – aggiungono – che i ristori non sono arrivati a tutti e comunque sono stati insufficienti”.

    “Condividiamo lo spirito dell’iniziativa IOAPRO – concludano – e ci auguriamo che vengano presto abbandonate tutte le misure restrittive che niente hanno a che fare con il contenimento dei contagi”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...