spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lutto gravissimo a Greve in Chianti: a 70 anni muore all’improvviso il dottor Silvio Sieni

    Era stato uno "storico" medico di famiglia della comunità grevigiana. Era andato in pensione da poco. Lunedì 6 giugno alle 10 i funerali

    GREVE IN CHIANTI – Sabato 4 giugno è venuto improvvisamente a mancare il dottor Silvio Sieni.

    Aveva 70 anni, era stato uno “storico” medico di famiglia della comunità grevigiana: ne danno la triste notizia i familiari.

    Colpiti da un lutto improvviso quanto enormemente doloroso.

    Nato a Firenze, medico di famiglia a Greve in Chianti dal 1983 (dal 1981 aveva iniziato a sostituire il dottor Rossi), era andato in pensione da poco.

    Tutti lo descrivono come una persona sempre presente per le necessità dei suoi pazienti e dei suoi conoscenti.

    “Ci mancherà tantissimo – dice Massimo, il figlio – era un uomo dedito al proprio lavoro e sempre disponibile per chi aveva bisogno di aiuto”.

    “Posso solo dire – conclude – che è stato un padre modello”.

    La salma è esposta presso la Cappellina adiacente all’Rsa Rosa Libri a Greve in Chianti in via Antonio Gramsci.

    Le esequie si terranno lunedì 6 giugno, presso la Propositura di Santa Croce, a Greve in Chianti, alle ore 10.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...