spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Sulla questione addetto stampa ci accusa di una figuraccia? Lui ne ha fatte ben… due”

    "Il sindaco di Greve in Chianti ha accusato il neonato M5Stelle di Greve di aver fatto la prima "figuraccia" della sua giovane storia… In realtà ne ha contemporaneamente aggiunte due alla sua più "lunga"e ingloriosa (di storie)".

     

    Inizia così la replica del MoVimento 5 Stelle di Greve in Chianti alla bacchettata del sindaco Alberto Bencistà che criticava il loro volantino diffuso nei giorni scorsi che evidenziava le spese per la creazione di un ufficio stampa (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    Li accusava di "ignoranza" nel senso dalla non conoscenza delle cose, visto che a suo dire avevano diffuso il volantino ampiamente dopo la decisione, presa dalla giunta e annunciata in consiglio comunale, di sospendere le procedure.

     

    "La prima figuraccia – sostengono quelli del M5S grevigiano – il sindaco l'ha fatta correndo frettolosamente ai ripari sospendendo la creazione di un costoso "addetto stampa" nel consiglio comunale del 29 aprile, quando gli sarà giunto all'orecchio che stava montando (da mesi) una protesta dei cittadini indignati per un tale ennesimo ed inutile sperpero di risorse pubbliche".

     

    "La seconda – concludono – accusando il Governo e le politiche di riduzione dell'IMU come causa! E chi ci sarebbe al governo? Mio nonno? Oppure il Pd (con Berlusconi &C.)? Ma non ci libereremo mai in Italia di questa gente? Meditate gente, meditate…".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua