spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    25 aprile e 1 maggio: scontro al veleno fra lista Viva e Paolo Sottani

    Si infiamma la campagna elettorale: il sindaco uscente risponde con durezza a un volantino di critiche

    GREVE IN CHIANTI – L'inizio di maggio infiamma la campagna elettorale a Greve in Chianti: ad accendere la miccia un volantino diffuso dalla lista Viva – Cittadini di Greve in Chianti, che critica pesantemente il sindaco uscente Paolo Sottani (e candidato al secondo mandato) in merito alla partecipazione alle celebrazioni del 25 aprile e dell'1 maggio.

     

    "Festa dei lavoratori – si legge nel volantino (che vedete sopra, n.d.r.) – ma chi se ne ricorda?… Ma soprattutto la nostra amministrazione comunale che, muta per il 25 aprile, ha prolungato il silenzio anche per il Primo maggio tutta presa dalla campagna elettorale e anche oggi istituzionalmente in vacanza".

     

    "L'art. 1 della nostra Costituzione – rilancia il volantino di Viva – dice che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. Lo sanno bene i nostri giovani disoccupati o precari, lo sanno i lavoratori della Sacci sempre in bilico, lo sanno le famiglie delle vittime sul lavoro. Ma il Comune è in vacanza".

     

    "Son se lo ricordano Salvini – conclude il volantino – e il nostro governo per cui il 25 aprile e il 1° maggio sono vecchiume tardo-comunista. E se ne vanno in vacanza (col mitra). Noi invece lo ricordiamo. Cerchiamo di esserci, oggi in piazza e nei prossimi anni in Comune, con le nostre forze".

     

    A stretto giro la risposta via social di Paolo Sottani, che posta la foto del volantino con un commento durissimo: "Oggi mi è capitato questo volantino tra le mani – scrive – Credo sia più che giusto fare alcune precisazioni: nessuna vacanza né per il sottoscritto, né per l'amministrazione comunale in questi giorni importanti".

     

    "Il 25 aprile – ricorda – mi trovavo a Strada in Chianti, con tutte le associazioni e le forze politiche del nostro territorio, in occasione della commemorazione della festa della Liberazione (e non mi risulta che un rappresentante della lista Viva fosse presente)".

     

    "Per quanto riguarda oggi il 1° Maggio – continua – la mattina mi trovavo in Palazzo Vecchio in rappresentanza del nostro Comune all’iniziativa regionale organizzata in occasione della Festa dei Lavoratori (all’iniziativa in questione, per di più, è stata anche insignita una nostra concittadina, ed è stato ancor di più un onore per me esser presente). La mia giornata, infine, è continuata alla commemorazione del Primo Maggio organizzata come ogni anno Acli di Strada in Chianti".

     

    "Non è assolutamente mia intenzione strumentalizzare iniziative di questo tipo a fini elettorali – conclude Sottani – ma credo sia giusto fare alcune precisazioni di fronte a “fake news” di questo tipo".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...