spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ma stavolta il nuovo allarme pare aver messo in fuga i ladri, penetrati comunque nell’edificio

    Un nuovo tentativo di furto nella scuola primaria "Don Milani" di San Polo in Chianti: stavolta però, grazie anche alla recente instlallazione del sistema d'allarme da parte dell'amministrazione comunale di Greve in Chianti, i ladri non hanno portato a compimento il loro proposito.

     

    Ad accorgersi del tentativo, sabato 12 gennaio, la responsabile di turno insieme a un genitore volontario, che sono entrati per la manutenzione volontaria dei sistemi informatici.

     

    "Al nostro ingresso – ci spiega uno di loro, Alessandro Bonechi – abbiamo trovato le porte della nuova palestra forzate e aperte (vedi foto). Per fortuna i malviventi, che sembravano intenzionati a scassinare di nuovo la piccola macchina automatica del caffè, sono stati messi in fuga. Probabilmente dall'allarme che dopo alcuni secondi, come riferito dai residenti confinanti con la scuola si è messo a suonare".

     

    "Come genitore – conclude Bonechi – sono soddisfatto che dopo due anni di richieste l'amministrazione comunale abbia finalmente tutelato i nostri figli installando un impianto di allarme.. Non capisco però come queste persone, in piena notte, vadano a rischiare per pochi spiccioli:per conto nostro abbiamo documentato e subito denunciato tutto ai responsabili scolastici".

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...