spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Viti insiste: “Escludiamo dalle graduatorie gli stranieri che non hanno documenti idonei”

    Il consigliere è andato a controllare i certificati presentati, "ci sono difformità"

    IMPRUNETA – "Tanti casi dubbi, tra i documenti presentati da stranieri in coda per l'assegnazione delle case popolari". Lo dice il consigliere comunale della lista civica Obbiettivo Comune di Impruneta, Roberto Viti, che è andato a controllare gli atti esibiti dai cittadini stranieri che devono certificare di non possedere immobili nel proprio Paese d'origine per essere ammessi alle graduatorie per l'assegnazione delle case popolari.

     

    Il consigliere sostiene che "vengono presentati certificazioni difformi": "Siccome in diversi Paesi – spiega Viti –  non è possibile ottenere il certificato richiesto, perché ad esempio non c'è un catasto nazionale, accadrà che dirigenti e tecnici dei Comuni del Lode Fiorentino, insieme con  assessori e funzionari della Regione, stabiliranno i criteri per definire quali certificazioni sono ammissibili  e quali no".

     

    Aggiunge Viti: "Ritengo che questa "validazione" delle certificazioni debba essere soggetta a degli indirizzi che spettano ai Consigli Comunali. Riporto ad esempio un caso di un pakistano che fa una dichiarazione giurata. E' valida questa certificazione? Chi deciderà se questo pakistano verrà inserito nella graduatoria Erp? Verrà deciso dai criteri e dalla commissione di cui parlavo prima".

     

    Avvisa Viti: "E' possibile invece che, a fronte di ordini del giorno approvati da diversi Consigli Comunali, venga adottato (sempre dalle Commissioni citate) un indirizzo in base al quale chi non riesce ad esibire il documento richiesto, venga escluso dalla graduatoria"

     

    Di qui la proposta rivolta ai consiglieri comunali del Lode Fiorentino: "Quello che vi propongo, nel caso che concordiate con me, è la presentazione di un ordine del giorno teso a far rispettare rigidamente la legge Regionale 41/2015 ed il DPR 445/2000 oppure ad individuare la casistica delle certificazioni ammissibili".

     

    Tra qualche mese verrà fatta la graduatoria provvisoria e poi quella definitiva per l'assegnazione delle case popolari: "Se vogliamo dire qualcosa questo è il momento se aspettiamo ancora qualche mese risulterà impossibile avere voce in capitolo"

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...