spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Aiuti in calo al punto raccolta di Tavarnuzze. Ma anche bellissime scene di collaborazione

    IMPRUNETA – Alla fine della giornata di sabato 30 novembre sono stati 2.540 i kg di alimenti raccolti nella Giornata della Colletta Alimentare nei due punti organizzati dai volontari a Impruneta: davanti alla Coop del capoluogo (1.930 kg) e al supermercato Simply di Tavarnuzze (610 kg).

     

    In particolare il punto tavarnuzzino è risultato in calo rispetto al risultato del 2012: sono state infatti raccolte 59 scatole contro le 75 dello scorso anno (quasi 800 kg). In linea di galleggiamento invece il punto imprunetino.

     

    "Abbiamo comunque assistito a scene veramente belle – dicono i ragazzi del Gruppo Giovani della parrocchia di Tavarnuzze, che ha gestito il punto raccolta tavarnuzzino – tipo qualcuno che è venuto appositamente, ragazzi giovani che si compravano la merenda e hanno portato fuori un pacco di pasta, un signore che si è scusato di avere i soldi contati e poi è uscito con due kg di pasta".

     

    "Poi – dicono ancora – sono passate una serie di signore che ci conoscevano e ci hanno portato dei cioccolatini per "riscaldarci"! Naturalmente non è andato tutto rose e fiori: qualcuno ci ha trattato male o si è voltato, qualcuno ha cominciato addirittura a inveire…".

     

    "Ci preme ricordare – dicono – che se qualcuno ha bisogno di ricevere aiuti alimentari, alla Villa Monticini esiste il banco alimentare, il venerdì pomeriggio viene fatta la ridistribuzione anche di quello che è stato raccolto con la giornata di ieri".

     

    "Vorremmo infine ringraziare la Pubblica Assistenza di Tavarnuzze – concludono – che ci ha fornito il pulmino per andare a portare le scatole al magazzino a Scandicci. Sarebbe stato difficile senza di loro…".

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...