spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si suona il 14 dicembre con l’obiettivo di aiutare la magnifica esperienza in Tanzania

    E’ in programma per venerdì 14 dicembre all’Auditorium della Casa del Popolo di Impruneta, dalle ore 17, il Concerto di Natale a cura della Sezione Musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado e delle classi V° della Scuola Primaria F.Paolieri dell’Istituto P. Levi, organizzato dall’assessorato alle politiche della formazione insieme allo stesso Istituto Scolastico.

     

    Un’occasione voluta  per valorizzare un’eccellenza educativa tutta particolare del nostro Istituto Scolastico quale l’educazione musicale e per concretizzare quanto la scuola sa condividere e raccontare del proprio impegno quotidiano e costante nella formazione dei nostri ragazzi.

     

    "Mi auguro – sottolinea l'assessore Francesca Buccioni – possa essere una possibilità, per bambini, ragazzi e genitori, di essere partecipi di alcuni dei successi e dei riconoscimenti che la sezione musicale sta avendo in tutta la Toscana godendo della bravura degli studenti, sia di vivere un pomeriggio insieme, prima delle festività, nella serenità e nella gioia".
     

    "Il mio personale ringraziamento – sottolinea – va proprio ai ragazzi che ogni giorno, nello studio continuo dello strumento mettono a frutto il loro impegno e agli insegnati per la loro grande professionalità, passione e dedizione che  ripongono nella loro attività e che spesso vanno oltre anche alle ore scolastiche".
     

    "L’educazione musicale – continua Buccioni – è un’occasione di educazione non solo didattica, ma che tiene conto delle inclinazioni particolari o di certi talenti specifici che ogni ragazzo può avere. La musica rappresenta poi un veicolo fondamentale, oggi più che mai, di cultura e socializzazione, soprattutto per le giovani generazioni".
     

    "Per lo più – tiene ad evidenziare – continuando il “viaggio” fatto proprio con i ragazzi dell’Istituto in occasione della Festa della Toscana dello scorso novembre, anche per il concerto di Natale torniamo in Africa, in Tanzania al Villaggio della Speranza. E io, come “Assessore alla Scuola” di questo territorio voglio proprio lanciare una sfida per la Scuola del Villaggio: all’interno della manifestazione musicale di questo venerdì, l’Associazione Impruneta-Africa onlus raccoglierà il contributo che i presenti potranno offrire con un obiettivo ambizioso ma possibile, quello di raggiungere la cifra di 1.500 euro, pari all’acquisto dei libri di testo di un anno della scuola primaria del Villaggio della Speranza".
     

    "Come ben sappiamo – spiega – attraverso l’Associazione Impruneta-Africa, un intero paese, Impruneta, si è trovato aggregato, unito e coeso nelle sue tante specificità e sfaccettature contribuendo alla costruzione di un villaggio a Dodoma, in Tanzania. Un villaggio nato per l'accoglienza di bambini orfani malati di aids, che negli anni ha visto fiorire un dispensario,i laboratori,un consultorio,un reparto maternità, una chiesa, una scuola primaria e adesso anche una scuola secondaria,due stalle con mucche da latte, poi un piccolo forno e un caseificio".

     

    "Per questo – conclude – vorrei fortemente promuovere questo ulteriore passo concreto in un contesto dove sono coinvolte le scuole perché ritengo che l’Associazione in questione abbia saputo negli anni unire un’intera  comunità, Impruneta, tessere reti di rapporti a volte impensabili e inaspettati, lavorando tanto, in silenzio, con credibilità per una solidarietà concreta. Diventando quindi esempio e testimonianza reale e esempio di fattiva solidarietà proprio per i nostri studenti".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...