spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La candidata di Fratelli d’Italia dai carabinieri della Stazione di Impruneta

    "Grazie incivili per aver tolto la mia fotografia": ha scritto così Maria Teresa Lombardini, candidata sindaco per Fratelli d'Italia alle ultime elezioni amministrative di Impruneta, nello spazio bianco lasciato da uno dei suoi manifesti strappati nei giorni pre-elezioni.

     

    L'esito delle urne l'ha estromessa dal consiglio comunale dopo dieci anni di battaglie e lotta serrata, fra interpellanze, intetterrogazioni, mozioni. Si è sentita tradita dal Pdl e lo ha detto a chiare lettere. Così come soi è infuriata dopo aver visto i suoi manifesti strappati, tanto da recarsi alla Stazione dei carabinieri di via Cavalleggeri a sporgere denuncia.

     

    Strappati in varie zone del comune: a Tavarnuzze (campo sportivo e via I Maggio) e Impruneta (circonvallazione e via don Binazzi). Si è sentita offesa e danneggiata, per questo ha deciso di sporgere denuncia. Ha fatto la campagna elettorale da sola, con tanta passione, volontà e impegno: spendendo tutto di tasca propria e mettendoci il cuore. E non merivata certo di vedere la sua faccia stracciata dai manifesti elettorali.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua