spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giornata di riflessione all’Istituto Primo Levi di Tavarnuzze per 150 studenti

    Oltre 150 studenti lunedì scorso hanno partecipato alla mattinata conclusiva dedicata al progetto in difesa della Carta Internazionale sui Diritti dei Bambini che si è tenuta nell’aula polivalente  dell’Istituto Primo Levi di Tavarnuzze.

     

    L’appuntamento ha chiuso con un incontro condiviso da tutto l’Istituto  il progetto didattico-educativo della scuola media che è durato tre anni e che ha avuto per tema i diritti umani e la Convenzione e la Carta dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Lunedì  i ragazzi hanno assitito anche alla messa in scena da parte della Compagnia Teatro d’Imbarco di Firenze della storia realmente accaduta di Iqbal Masih (in foto), tratta dal libro di Francesco D’Adamo che gli studenti avevano precedentemente letto in classe, approfondendone i contenuti con lo scrittore.

     

    La storia del bambino pakistano di 12 anni ucciso nel ’95 dalla “mafia dei tappeti” per essersi ribellato a chi lo aveva reso schiavo nel lavoro al telaio, è diventata per gli studenti della media dell’Istituto la storia simbolo dei diritti negati ai bambini.
     

    All’incontro di lunedì era presente anche l’assessore alla pubblica istruzione, Francesca Buccioni. “Ad oggi – ha sottolineato ai ragazzi – la piaga del lavoro minorile nel mondo riguarda ancora più di 150 milioni di bambini sotto i 14 anni. In Italia sarebbero circa 145mila i ragazzi sotto i 14 anni impiegati in lavori vari al limite della legge”.

     

    Dal progetto all’impegno concreto: insieme al nuovo dirigente scolastico dell’Istituto Levi, il professor Gabriele Olmi, l’assessore Buccioni ha sottoscritto davanti agli oltre 150 studenti presenti una pergamena  che riporta tutte le tappe fatte in manteria di diritti dei bambini  e che ribadisce l’impegno da parte dei sottoscittori  a difendere e diffondere i principi universali in difesa dei più piccoli.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua