spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Inaugurazione “in sordina” per il parcheggio dei Bottai: lo dice anche il sindaco Calamandrei

    "Non sono stati 55 anni come la Salerno-Reggio, ma dopo otto anni e mezzo non può essere un vanto"

    BOTTAI (IMPRUNETA) – Il parcheggio Bottai sulla via Cassia è stato inaugurato giovedì 22 dicembre dal sindaco di Impruneta, Alessio Calamandrei.

     

    Una inaugurazione un po' in sordina, per ammissione (postata sui social) dello stesso primo cittadino: "Non sono stati 55 anni come per la Salerno Reggio Calabria, ma dopo otto anni e mezzo abbiamo inaugurato il parcheggio dei Bottai. Un pò in sordina perchè non credo possa essere un vanto…".

     

    Arrivato alla fine di un cantiere infinito, che ha sfibrato la gente dei Bottai, arroventato dalle polemiche per l'impatto paesaggistico della pensilina degli autobus, è composto da un'area per la sosta pubblica dei veicoli, con 97 posti auto totali di cui due per disabili e due per i taxi.-

     

    Le opere ad esseo connesse sono la "famigerata" pensilina bus e un'area verde ad esso adiacente ad uso pubblico, a ridosso del torrente Reniccioli.

     

    La realizzazione del parcheggio Bottai rientra tra le opere realizzate sul territorio, comprese nei lavori di ampliamento a tre corsie del tratto Firenze Nord-Firenze Sud.

     

    Nel Comune di Impruneta, Autostrade per l'Italia, al termine degli interventi previsti, avrà messo in atto un importante piano di miglioramento e valorizzazione del territorio, attraverso la realizzazione di una serie di interventi di recupero ambientale dell'area tra la via Cassia in prossimità dell’A1, ed il Fiume Greve, tra cui la riqualificazione del "Parco Pali", il nuovo parcheggio di Certosa e il collegamento ciclopedonale che collega l’intera zona.

     

    Inoltre è in via di completamento la nuova viabilità del by pas del Galluzzo che libererà dal traffico in ingresso ed in uscita da Firenze l’abitato di Bottai .

     

    Il by pass del Galluzzo comprende il nuovo svincolo di raccordo con la superstrada Firenze-Siena (dovrebbe essere aperto, come da promesse del sindaco di Firenze Dario Nardella, a marzo-aprile 2017), costituito da un complesso snodo di rampe progettate per il miglior inserimento ambientale, dalle due gallerie Poggio Secco e Del Colle ed infine dal viadotto sul fiume Greve.

     

    Sul taglio del nastro, caustico il consigliere comunale de Il Coraggio di Cambiare Riccardo Lazzerini: "Senza entrare nel merito del "bello" o "brutto", del "finito" o "non finito", devo dire che, dopo anni di battaglie (spesso senza sapere bene con e contro chi!), siamo giunti all'inaugurazione".

     

    "Bene così – rincara Lazzerini – era l'ora e ci siamo spesi per questo (ricordo non ultimo il"consiglio comunale aperto tenutosi proprio al circolo dei Bottai… a proposito dei consigli aperti) ma inaugurare l'opera alle 15 di pomeriggio, con un avviso sommario mandato per mail ai consiglieri comunali alle 13.30, significa non voler nessuno tra i piedi. Tanto per essere chiari!".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...