giovedì 13 Agosto 2020
Altre aree

    Incendio nella zona delle Sibille, le fiamme lambiscono un giardino. Ancora una volta decisiva La Racchetta

    Intervento di sette mezzi (Ferrone e San Casciano) e vigili del fuoco. Alla fine sono andati in fumo 3.500-4.000 metri quadri di terreno boschivo

    SIBILLE (IMPRUNETA) – Incendio nella zona delle Sibille, nel comune di Impruneta, divampato attorno alle 12 di oggi, sabato 11 luglio.

    Sul posto si sono precipitati sette mezzi de La Racchetta di Ferrone e San Casciano, ai quali se ne sono aggiunti poi due dei vigili del fuoco.

    La segnalazione è arrivata dai residenti nella zona. Pare che le fiamme siano partite da bordo strada, per cause non riscontrabili. Non sembra quindi che in questo caso siano dovute al mancato rispetto del divieto di bruciare residui vegetali in vigore nella nostra regione.

    I volontari dell’anti incendio boschivo, insieme ai vigili del fuoco, hanno avuto la meglio sulle fiamme, che in un momento sono arrivate a lambire il giardino di una abitazione.

    Il bilancio finale parla di circa 3.500-4.000 metri quadri di terreno boschivo andati in fumo.

    Volontari de La Racchetta sul posto per tutto il giorno, almeno fino alle 19.30-20, per le operazioni di bonifica e controllo su eventuali ripartenze dell’incendio stesso.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino