spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Incontri sul cibo a Tavarnuzze: la refezione scolastica si apre ai cittadini

    In programma già tre eventi: su alimentazione sana, filiera corta, disturbi dell'alimentazione

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Tutta la cittadinanza, non solo i genitori degli alunni della "Primo Levi", sono invitati a partecipare agli eventi culturali che da febbraio in poi animeranno il refettorio dell’Istituto "Primo Levi" di Tavarnuzze, grazie a una programmazione concordata con la ditta Vivenda che gestisce il servizio di ristorazione scolastica.

     

    I primi tre incontri sono in calendario il 3 febbraio, 9 e 30 marzo alle 17.30, in collaborazione con la dietista specializzata in scienze dell’alimentazione Alessia Ravenni e l'assessore all'istruzione Sabrina Merenda

     

    “Sono orgogliosa di questo nuovo cammino – dice Sabrina Merenda – che includerà consigli, guide e informazioni, rivolti a una sana crescita evolutiva e a intraprendere un lungo viaggio conoscitivo”.

     

    IL PROGRAMMA DEGLI INCONTRI

     

    Lunedì 3 febbraio, ore 17.30

     

    "Linee Guida per una sana alimentazione"

    Alessia Ravenni – Dietista

    Sabrina Merenda – Assessore all’Istruzione

     

    Dopo più di dieci anni dall’ultima revisione, viene pubblicata la revisione 2018 delle Linee Guida per una sana alimentazione. È il documento italiano di riferimento sulla sana alimentazione rivolto ai consumatori. Raccoglie e aggiorna periodicamente una serie di consigli e indicazioni alimentari, elaborate da un’apposita commissione scientifica, costituita da prestigiosi studiosi del mondo dell’alimentazione e non solo.

     

    Le Linee Guida italiane per una sana alimentazione sono ritagliate sulla base dell’ormai ben noto modello alimentare mediterraneo, che – anche se poco seguito – è universalmente riconosciuto come quello che coniuga in modo più efficace salute e benessere con appagamento sensoriale.

     

    L’obiettivo prioritario delle Linee Guida è la prevenzione dell’eccesso alimentare e dell’obesità che, in Italia, soprattutto nei bambini, mostra dati preoccupanti, in particolare nei gruppi di popolazione più svantaggiati, ma non solo. Il concetto di sana alimentazione in questa revisione delle linee guida è declinato come protezione dalle malattie cronico-degenerative, promozione di salute e longevità, sostenibilità sociale ed ambientale, migliore qualità della vita

     

    (Fonte: CREA)

     

    Lunedì 9 marzo, ore 17.30

     

    "Alla scoperta della filiera corta"

    Alessia Ravenni – Dietista 

    Sabrina Merenda – Assessore all’Istruzione 

     

    Dalla terra alla tavola: i prodotti del territorio creano spazi di vendita diretta e di incontro tra produttori e consumatori, sostenuti dalle amministrazioni locali. In tutto il territorio oramai sono molte le mense scolastiche che propongono prodotti a km 0, filiera corta e produzione biologica.

     

    Prodotti di pregio, che oltre alla freschezza delle materie prime, ci permettono di rispettare la stagionalità del territorio e di mettere a disposizione degli utenti finali un prodotto che passa dal campo alla tavola in poche ore dalla raccolta.

     

    Lunedì 30 marzo, ore 17.30

     

    "I disturbi del comportamento alimentare. Viaggio nell'Anoressia contro ogni pregiudizio"

    Alessia Ravenni – Dietista

    Sabrina Merenda – Assessore all’Istruzione

     

    I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono patologie caratterizzate da un’alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo. Insorgono prevalentemente durante l’adolescenza e colpiscono soprattutto il sesso femminile.

     

    Data la loro complessità, l’intervento precoce riveste un’importanza particolare; è essenziale una grande collaborazione tra figure professionali con differenti specializzazioni (psicologi, dietisti, specialisti in medicina interna), ai fini di una diagnosi precoce, di una tempestiva presa in carico all’interno di un percorso multidisciplinare e di un miglioramento dell’evoluzione a lungo termine.

     

    Con questo incontro vogliamo far capire alla cittadinanza che questi disturbi non sono una sofferenza solo fisica, ma soprattutto psicologica; che dietro a questo disagio fisico si nascondono passati turbolenti, traumi, scarsa autostima e considerazione di sé.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...