mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    L’addio a Gigliola Frosecchi, storica centralinista della Pubblica Assistenza di Tavarnuzze

    Commozione e gratitudine nei suoi confronti: "Volontaria centralinista attiva dal 1987 (anno di nascita dell'associazione) fino al 2020"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – E’ un saluto pieno di commozione e gratitudine quello che la Pubblica Assistenza di Tavarnuzze riserva a Gigliola Frosecchi, “che ieri – scrive l’associazione – ci ha lasciato dopo una breve malattia”.

    “Volontaria – ricordano – centralinista attiva dal 1987 (anno di nascita dell’associazione) fino al 2020”.

    “Attiva nel gruppo di donne volontarie – prosegue la Pubblica Assistenza – che si occupano delle feste e delle gite associative. Il tuo sorriso e la tua determinazione erano tratti del tuo carattere”.

    La salma sarà esposta presso la sala commemorativa dell’associazione (rispettando le disposizioni di sicurezza) oggi dalle 15 alle 18.30.

    I funerali si terranno domani, sabato 4 luglio, alle ore 10 presso la chiesa di Tavarnuzze.

    “La Pubblica Assistenza – concludono dalla PA tavarnuzzina – è stata per te come per altri volontari una grande famiglia. Porteremo con noi il tuo sorriso e l’attaccamento verso la nostra associazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino