spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’Impruneta dice addio a Lelio Venturi: è stato anche presidente del Circolo Cattolico San Giuseppe

    "Ha svolto anche un ruolo fondamentale nella Compagnia Filodrammatica di Impruneta, come attore e regista, portando in scena il vernacolo con bravura e simpatia"

    IMPRUNETA – Oggi, martedì 1 febbraio, alle 15 nella Basilica di Santa Maria all’Impruneta, si terrà l’ultimo saluto a Lelio Venturi.

    Lo ricordano commossi gli amici del Circolo Cattolico San Giuseppe, di cui è stato anche presidente negli anni ’80.

    “Anima del volontariato cattolico – dicono dal Circolo – confratello della Misericordia, era sempre in prima linea, pronto a darsi da fare per la sua Impruneta e per gli altri”.

    “Ha svolto anche un ruolo fondamentale nella Compagnia Filodrammatica di Impruneta – proseguono dal Circolo Cattolico – come attore e regista, portando in scena il vernacolo con bravura e simpatia”.

    “Nel coro della Basilica – ricordano – il suo timbro di voce si distingueva fra tanti, amava stare in mezzo alla gente che intratteneva con la sua simpatia e la sua ironica battuta sempre pronta”.

    “Ognuno di noi – concludono – avrà un ricordo di lui: per il suo lavoro svolto in paese, per il suo impegno nel volontariato, oppure quando aiutava in trattoria la moglie Lilia Toccafondi. E come ogni ricordo rimarrà eredità essenziale per il nostro circolo”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...