spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sangue. Dal 28 marzo prelievi solo il sabato alle sedi di Galluzzo e Tavarnuzze

    Tutte le informazioni per le modalità di accesso e di ritiro dei referti. Chiuso punto prelievi Santa Maria Nuova

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – A partire da sabato 28 marzo l’attività di prelievo nei due centri di Galluzzo e Tavarnuzze sarà svolta solo il sabato dalle 8 alle 10.

     

    Per prenotazioni e ritiro referti, invece, l’accesso al punto prelievi della sede del Galluzzo (via Volterrana 3/a), sarà il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 10 mentre alla sede di Tavarnuzze (via de Giandonati 10) il servizio prenotazioni e ritiro referti sarà il martedì e giovedì dalle 8.30 alle 10 e il sabato dalle 10 alle 11.

     

    Cambiamenti già in atto anche al punto prelievi di Santa Maria Nuova che resterà chiuso da oggi fino a data da destinarsi. I cittadini potranno rivolgersi agli altri presidi territoriali più vicini ad accesso diretto come il presidio Santa Rosa (Lungarno Santa Rosa 13), Morgagni (viale Morgagni 33), D’annunzio (via D’annunzio 29).

     

    In casi di particolari necessità o per coloro che hanno difficoltà motorie, potrà essere effettuato il prelievo domiciliare in accordo con l’assistenza infermieristica territoriale.

     

    I referti potranno essere ritirati o attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico o presso qualsiasi presidio della Ausl Toscana centro.

     

    Per informazioni è possibile chiamare il numero 0556938880 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...