spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 18 Settembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Riapertura scuole a Impruneta con 5 sedi rinnovate. Oggi qualche problema nei trasporti

    Tutte le novità dopo i lavori di questa estate. Il sindaco: "Mi scuso con le famiglie e con i ragazzi rimasti a piedi all'uscita della scuola media Ghirlandaio. Stiamo cercando di capire cosa sia successo"

    IMPRUNETA – Al rientro in classe, oggi gli alunni e il personale hanno trovato alcuni plessi scolastici di Impruneta più accoglienti e sicuri, grazie ai lavori fatti durante l’estate.

    “Gli interventi di manutenzione straordinaria e di adeguamento nelle scuole – fanno sapere dall’amministrazione comunale – hanno riguardato 5 delle nostre 7 scuole, con verifiche di vulnerabilità e sicurezza statica, la sostituzione degli arredi scolastici, interventi di risanamento, migliorie e manutenzione, per un investimento da oltre 500.000 euro”.

    “I lavori più importanti – viene specificato – sono stati alla scuola dell’infanzia Maria Maltoni, a San Gersolè, a partire dalle coperture esterne del tetto, con la revisione del manto e il ripristino delle anomalie, oltre al risanamento degli intonaci della scala esterna e l’impermeabilizzazione. Anche le pareti perimetrali esterne sono state oggetto di trattamento dell’intonaco e successiva tinteggiatura di tutte le facciate. All’interno poi, si è provveduto a mettere una controsoffittatura antisfondellamento su alcuni soffitti, che migliorano anche la sicurezza”.

    “Invece – si prosegue – all’asilo nido Pepolino, gli interventi effettuati questa estate hanno riguardato il rifacimento di buona parte della pavimentazione esterna con piastrelle in cotto simili a quelle esistenti, nell’area d’ingresso e sul marciapiede perimetrale”.

    “A completamento dell’intervento – si annuncia – si procederà, nei prossimi periodi di chiusura dell’asilo, alla sostituzione dell’attuale recinzione, al montaggio di un sopralzo della recinzione in ferro e di una rete metallica a maglia stretta sulla cancellata esistente, oltre all’insonorizzazione degli impianti tecnici esterni”.

    “I restanti interventi – si legge nella nota diffusa dal palazzo comunale – hanno riguardato le controsoffittature delle scuole Sturiale, Paolieri e Ghirlandaio per la messa in sicurezza dei solai. Dopo puntuali verifiche e indagini per valutare lo stato dei soffitti nelle scuole, si è intervenuti su alcuni di questi: le superfici interessate ai lavori sono state alla scuola Sturiale di 237 metri quari, alla Ghirlandaio di 139 metri quadri, alla Paolieri di 718 metri quadri”.

    “Una serie di interventi importanti – dichiara il sindaco Alessio Calamandrei, con delega anche ai lavori pubblici – nella consapevolezza che la sicurezza sulle scuole viene prima di tutto. Interventi dettati anche da nuove normative, che impongono valori sempre maggiori alla sicurezza stessa”.

    “Come dimostrato negli anni – dice ancora – gli interventi sulle scuole sono stati continui e attenti, con la consapevolezza che questi  necessitano di una programmazione precedente precisa e puntuale, per riuscire a svolgere la maggior parte dei lavori in quei pochi mesi in cui le strutture rimangono vuote. Continueremo con gli interventi necessari, già programmati  per le vacanze di Natale, e stiamo già lavorando alla programmazione per l’estate 2022”.

    Ma un intoppo c’è stato, ed è lo stesso primo cittadino a rivelarlo: “Purtroppo come primo giorno di scuola non è andato tutto liscio. Scusandomi personalmente con le famiglie i cui ragazzi sono rimasti a piedi all’uscita della scuola media Ghirlandaio (e con i ragazzi stessi), stiamo cercando di capire cosa sia successo”.

    “Nessun problema – conclude – per quanto riguarda il trasporto comunale alle scuole. Chiaramente per domani il servizio di trasporto si svolgerà regolarmente”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...