spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Rifiuti Zero o termovalorizzatore, Impruneta da che parte sta?”

    Dopo alcune dichiarazioni del sindaco Il Coraggio di Cambiare chiede un chiarimento sulla futura gestione dei rifiuti

    IMPRUNETA – Impruneta aderisce o no alla strategia Rifiuti Zero? Lo chiede con un'interpellanza Francesca Socci di "Il Coraggio di Cambiare" che cita la mozione votata dal consiglio nel 2013 che stabiliva che il territorio imprunetino intraprendesse la strada verso il traguardo "Rifiuti Zero" entro il 2020. La raccolta differenziata nel 2017 avrebbe dovuto raggiungere l'85 per cento. E Impruneta si sarebbe impegnata affinché i rifiuti non venissero avviati verso l'inceneritore (come appunto si prefigge la strategia Rifiuti Zero.

     

    In seguito all'approvazione di quella mozione Impruneta era stata inserita nell'elenco dei comuni a rifiuti zero.

     

    Non solo, Socci (nella foto con Riccardo Lazzerini) specifica che anche nel programma elettorale del sindaco Calamandrei comparivano gli stessi obiettivi e allora perché quelle dichiarazioni a favore del termovalorizzatore?

     

    Il Coraggio di cambiare ritiene quindi "doveroso un chiarimento rispetto alle posizioni assunte dal Consiglio comunale con l'approvazione della mozione 'Strategie per una migliore gestione dei rifiuti'".

     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...