spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 30 ottobre in piazza a Tavarnuzze si intagliano le zucche in vista di Halloween

    Torna la "Festa delle zucche vuote" organizzata dalla Pro Loco di Tavarnuzze. Come partecipare (per il laboratorio va prenotata la zucca) e cosa ci sarà in piazza

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Dopo un anno di stop, ritorna in piazza Don Chellini la “Festa delle zucche vuote” organizzata dalla Pro Loco di Tavarnuzze.

    Sabato 30 ottobre, in vista della festa di Halloween, sarà organizzato il classico laboratorio di intaglio delle zucche, alle ore 16, seguito da una grande novità: il laboratorio di inglese a cura di Giulia Giaconi.

    In piazza sarà presente la Pubblica Assistenza di Tavarnuzze che si occuperà delle castagne e vin nuovo, i bomboloni caldi preparati in collaborazione con la pasticceria Rovai, il chiccaio e il bar della Pro Loco con tante sfiziose merende per tutti.

    Non mancheranno attrazioni per grandi e piccini.

    E allora che aspettate? Correte a prenotare la vostra zucca da intagliare presso il Caffè Latino!

    “Vi aspettiamo numerosi – dicono dalla Pro Loco tavarnuzzina – e con tanta voglia di ripartire… attendendo il Natale che riporterà in piazza tante altre attività”.

    L’ingresso alla piazza è libero, per i laboratori è richiesto il green pass ai maggiori di 12 anni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...