spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Testimonianze dell’esodo istriano-fiumano-dalmata in biblioteca comunale

    Sabato 16 febbraio l'Associazione Culturale Ferdinando Paolieri presenta il libro "Senza Ritorno"

    IMPRUNETA – Sabato 16 febbraio alle 16.30, presso la biblioteca comunale di Impruneta, l'Associazione Culturale Ferdinando Paolieri presenta il libro "Senza Ritorno" di Luigino Vador e Nicoletta Ros, che raccoglie testimonianze dell'esodo istriano-fiumano-dalmata alla fine della seconda guerra mondiale.

     

    Da tempo Vador e Ros si sono fatti portavoce delle storie degli esuli raccogliendo le loro storie in due volumi "Opzione Italiani" (2007) e "Senza ritorno" (2017), che hanno anche ottenuto il riconoscimento sia del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sia del presidente Sergio Mattarella.

     

    L'incontro si aprirà con l'introduzione storica di Vador e proseguirà con le testimonianze lette da Ros e Giovanni Antonio Orrù.

     

    Sarà presente anche il presidente del Circolo delle Villotte Eugenio Latin e interverranno il vicesindaco Matteo Aramini e Sabrina Merenda, assessore alle politiche della formazione.

     

    L'incontro sarà coordinato da Gianna Natali, dell'Associazione Culturale Ferdinando Paolieri, che ha organizzato questo momento "per non dimenticare, dove approfondire la conoscenza e la comprensione storica degli avvenimenti e delle tragedie del Novecento".

     

    L'assessore Merenda invita i concittadini a partecipare: "Sono molto felice di ospitare in biblioteca gli autori e i relatori di questo testo di intensa storicità e indiscusso sguardo umano. L'evento che presenteremo è stato organizzato dall'Associazione Culturale Ferdinando Paolieri, che ringrazio, e si terrà proprio il 16 febbraio, in ricordo del 16 febbraio del 1947, data in cui da Pola partirono diversi convogli di esuli italiani, lasciando tutto alle loro spalle e supportati solo dalla Croce Rossa, che vorrei ricordare solo per rimarcare il prezioso ruolo degli operatori umani nel mondo”.

     

    Da marzo 2004, il Giorno del Ricordo è stato istituito con legge dello Stato, come diritto per tutti i giuliani, i fiumani e i dalmati italiani vittime delle conseguenze della fine della seconda guerra mondiale.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...