sabato 26 Settembre 2020
Altre aree

    Venerdì 7 agosto riapre l’ufficio amministrativo della Asl nella sede distaccata del Comune a Tavarnuzze

    L'assessore Laura Cioni: "Riprende la propria attività a pieno regime, con gli sportelli aperti il martedì mattina a Impruneta e il venerdì mattina"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – “Con grande soddisfazione comunico che da venerdì 7 agosto riapre l’ufficio amministrativo dell’Asl nei locali della sede distaccata dell’amministrazione comunale a Tavarnuzze”.

    A dirlo è Laura Cioni, assessore al welfare del Comune di Impruneta.

    “All’inizio della pandemia da Coronavirus – prosegue Cioni – l’ufficio fu chiuso al pubblico così come molti altri lasciando solo i servizi essenziali su Impruneta”.

    “L’Asl – dice ancora l’assessore Cioni – ha continuato a servire i cittadini utilizzando gli strumenti tecnocologici che tutti abbiamo imparato ad usare in questo periodo e molte pratiche amministrative sono state gestite da remoto”.

    “Da giugno però – aggiunge – si è verificata la necessità di una riapertura in virtù del fatto che tante persone richiedevano il servizio in presenza”.

    “Dopo vari solleciti – comunica – l’Asl ha risposto in maniera positiva e di questo ringrazio personalmente i suoi dirigenti che hanno avuto la sensibilità di venire incontro alle esigenze dei cittadini”.

    “L’ufficio amministrativo Asl riprende quindi la propria attività a pieno regime – conclude Cioni – con gli sportelli aperti il martedì mattina a Impruneta e il venerdì mattina a Tavarnuzze”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino