domenica 17 Gennaio 2021
Altre aree

    Radda in Chianti, l’Rsa impatta in maniera drammatica: 67 casi positivi al Covid, due i decessi

    Il punto del sindaco Pier Paolo Mugnaini: "Sul territorio comunale si registrano complessivamente 14 casi positivi, compresi i 5 operatori della Rsa residenti a Radda, e 9 guariti"

    RADDA IN CHIANTI – E’ un impatto, purtroppo, drammatico quello del focolaio all’Rsa “Pietro Fedi” di Radda in Chianti.

    In termini percentuali su una popolazione di poco più di 1.500 abitanti. In termini sanitari. In termini di morale.

    E’ il Comune di Radda, con una nota firmata dal sindaco Pier Paolo Mugnaini, a fare il punto della situazione.

    La nota è di lunedì 23 novembre, e la situazione è ulteriormente peggiorata con altri 8 casi positivi nel comune chiantigiano comunicati nel bollettino odierno di Ausl Toscana Sud Est.

    “Dai dati forniti dall’anagrafica della Regione Toscana – scrive Mugnaini – all’Rsa “Pietro Fedi” tra gli ospiti si registrano 49 casi positivi, 5 negativi; tra gli operatori si registrano 18 casi positivi, di cui 5 sono residenti nel nostro comune”.

    “Va a tutti loro – prosegue Mugnaini – il mio augurio di pronta guarigione ed alle famiglie tutta la mia vicinanza e solidarietà in questo momento difficile”.

    “Un ringraziamento speciale – tiene a dire – va al personale in servizio per la dedizione con cui fronteggia l’emergenza ed assicura la consueta assistenza agli ospiti mitigando loro ogni disagio”.

    “Purtroppo – annuncia – all’interno della stessa Rsa si sono anche verificati 2 decessi. A nome mio, della giunta e di tutta l’amministrazione comunale voglio esprimere le più sentite condoglianze alle famiglie per la grave perdita dei loro congiunti”.

    Poi Mugnaini fa il punto anche sulla situazione extra-Rsa: “Sul territorio comunale – prosegue Mugnaini – si registrano complessivamente 14 casi positivi, compresi i 5 operatori della Rsa residenti a Radda, e 9 guariti”.

    “Si raccomanda – conclude – di prestare ancora più attenzione al rispetto di tutte le regole che possono limitare la diffusione del contagio da Covid-19”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...