spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Li avrebbe compiuti sabato 10 maggio: in tanti sono accorsi all’Acli portando qualcosa di “suo”

    SAN CASCIANO – Nel pomeriggio di sabato 10 maggio, su dei pannelli bianchi sistemati nella sala della Cupola al circolo Acli di San Casciano, hanno ripreso vita i colori delle opere del Maestro Giuliano Ghelli.

     

    Oggetti che fanno parte di collezioni private, portate per rendere omaggio al Maestro che proprio il 10 maggio avrebbe compiuto settanta anni. Un compleanno senza il festeggiato, scomparso il 14 febbraio scorso.

     

    Ma gli amici, assieme ai parenti, hanno voluto ricordarlo come se fosse ancora tra loro, in mezzo alla gente che gli ha voluto bene. E che lui ha contraccambiato sempre con il suo sorriso e la disponibilità.

     

    Così ognuno ha portato qualcosa di Giuliano: un quadro, una stampa, le opere, ma anche straordinarie foto inedite di vita, ritratti di momenti felici. E come ogni compleanno c’è stato il momento del brindisi: in alto i calici di fronte a quella stupenda foto che ritrae il Maestro con un sigaro tra le labbra, abbozzando un sorriso e indossando una maglia con sullo sfondo delle stelle.

     

    "Auguri Giuliano!" è stato il saluto commosso dei presenti.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...