spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A fuoco un capanno nel centro storico di San Casciano: momenti di paura nella mattinata

    Una spessa colonna di fumo nero si è alzata dal cuore del centro storico mentre tantissime persone avevano iniziato la loro giornata. Visibile anche a distanza di km

    SAN CASCIANO – Una grossa colonna di fumo nero è spuntata tra i tetti di San Casciano poco dopo le 8 di oggi, martedì 8 marzo.

    Tanto per rendersi conto di quanto era visibile, la colonna di fumo è stata notata distintamente anche da San Pancrazio e Mercatale.

    Quindi si può immaginare lo spavento vissuto nel centro del paese.

    Peraltro, saliva su nei pressi di un officina meccanica, tanto che si è pensato che si trattasse di un incendio all’interno della stessa.

    In realtà ad andare a fuoco è stata una rimessa agricola collocata in un piccolo appezzamento di terreno che sovrasta le antiche mura sul viale Pascoli, il cui accesso è su via Morrocchesi.

    Sono stati gli stessi proprietari del terreno che hanno cercato di domare le fiamme, grazie anche all’aiuto di un Fratello della vicina sede della Misericordia.

    Che con una gomma ha cercato di gettare acqua, sebbene il rogo fosse importante.

    Sul posto la polizia locale, che ha distribuito gli agenti nel viale Pascoli e in via Morrocchesi per gestire il traffico, in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco da Firenze.

    Nel frattempo i mezzi della Misericordia sul piazzetta Simone Martini sono stati spostati.

    Sia per essere facilmente attivi in caso di chiamate, sia per liberare la piazzetta per fare posto ai mezzi dei vigili del fuoco.

    “Ho visto improvvisamente che il cielo si è oscurato – ci ha raccontato una donna con una bambina che teneva per mano – poi mi è sembrato di sentire uno scoppio. Ho preso mia figlia e sono scesa di casa, mettendoci in macchina. Ho avuto una gran paura”.

    Un altro uomo che abita nel centro del paese ha detto di avere sentito un botto. E, subito dopo, una colonna di fumo.

    “Mi sono affacciato dalla finestra che guarda su via Vignaccia – ci ha raccontato – ma non riuscivo a capire, coperto dai tetti, da dove provenisse l’incendio, io e mia moglie ci siamo spaventati, pensavamo al peggio”.

    Quando sono arrivati i vigili del fuoco in poco tempo hanno avuto la meglio, spegnendo definitivamente le fiamme e bonificando la zona dell’incendio. Saranno loro a stabilire le cause di quanto avvenuto.

    Nel frattempo il traffico che proveniva da via Vignaccia è stato dirottato verso piazza Pierozzi: tante le persone che a quell’ora accompagnavano i bambini all’asilo nido.

    Per questi ultimi nessuno spavento. Anzi, è stata per loro una gioia vedere il grosso camion rosso con i lampeggianti blu e gli uomini con il casco districarsi tra i lunghi tubi dell’acqua.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...