spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Aiuto alle famiglie tramite il progetto di scambio dei libri scolastici: torna il Trovalibri

    “Oltre ad abbattere i costi nell’acquisto dei testi - spiega l’assessore alle politiche educative Elisabetta Masti - il progetto tende a ridurre i rifiuti e a rispettare l’ambiente"

    SAN CASCIANO – Torna il Trovalibri, il progetto di prevenzione, integrazione sociale ed educativa che il Comune di San Casciano rilancia con l’obiettivo di aiutare le famiglie, soprattutto quelle più fragili, nel settore scolastico.

    La formula che si riattiva per la sesta edizione è lo scambio gratuito dei testi e del materiale funzionale alla stagione didattica 2021-2022.

    Il Trovalibri vuole aiutare tutti, in particolare chi ha più bisogno e favorisce lo scambio virtuoso di libri e ciò che occorre per il prossimo anno scolastico.

    “Oltre ad abbattere i costi nell’acquisto dei testi – spiega l’assessore alle politiche educative Elisabetta Masti – il progetto tende a ridurre i rifiuti e a rispettare l’ambiente”.

    “E assume – prosegue – anche una valenza legata alla promozione dello stile di vita ecosostenibile”.

    Si possono scambiare testi scolastici della scuola secondaria di primo grado e dizionari.

    I testi possono essere consegnati tutti i giorni in orario di apertura del Circolo Acli (piazza Cavour) al piano superiore nella scatola predisposta.

    Il servizio è gratuito. Il ritiro è previsto dal 15 luglio al 16 settembre.

    “Uno scambio virtuoso che non prevede l’uso del denaro – aggiunge l’assessore Masti – ma richiede la pazienza di cercare e trovare il libro e il materiale necessari alla frequentazione dell’anno scolastico”.

    Info: educatrice professionale Laura Dainelli, telefono 0558256314.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...