spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arca Azzurra chiama a raccolta i cittadini per narrare la tragedia del Vajont

    VajontS23, il racconto di Marco Paolini, diventa un’azione corale di teatro civile: in cosa consiste e come (ed entro quando) iscriversi

    SAN CASCIANO – Arca Azzurra Teatro chiama a raccolta i cittadini per narrare, con le loro voci, la tragedia del Vajont.

    “Arca Azzurra cerca VOCI per il Vajont”: VajontS23, il racconto di Marco Paolini, diventa un’azione corale di teatro civile.

    “Rispondi a questa chiamata – dicono dalla compagnia teatrale – per partecipare al fianco degli attori di Arca Azzurra al racconto della tragica storia della diga, il 9 ottobre al Teatro Niccolini di San Casciano e in contemporanea con oltre 100 teatri italiani. Unisciti a noi!”.

    Per iscriversi basta mandare una mail a info@arca-azzurra.it.

    “Iscrizioni aperte solo fino al 10 settembre – aggiungono – affrettatevi! Non perdete questa straordinaria opportunità di essere protagonisti di un momento unico e significativo”.

    “Saremo parte – conclude Arca Azzurra – di un’esperienza corale di teatro civile che ci farà riflettere sull’importanza dell’acqua per il nostro territorio e la nostra vita”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...