spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arci San Casciano, tanti eventi in arrivo: fra divertimento e solidarietà

    In organizzazione la fornitura di pasti ai volontari impegnati nella Piana alluvionata. Il 19 novembre super pranzo del girarrosto per la riapertura del circolo Arci di Cercina

    SAN CASCIANO – In questo momento abbastanza difficile per tanti toscani a causa delle terribili alluvioni dei giorni scorsi, il circolo Arci di San Casciano si sta spendendo in varie attività di solidarietà, come è da tradizione e nello spirito sociale della casa del popolo in via dei Fossi.

    “Stiamo organizzando – fa sapere il presidente Danilo Malquori – insieme al Partito democratico, iniziative per fornire pasti ai volontari che operano nella Piana per il post-alluvione”.

    “Evento catastrofico – aggiunge – che richiederà altri interventi di sostegno economico come è stato fatto da noi e altre associazioni per identico disastro in Emilia Romagna nella scorsa primavera”.

    “Ma la solidarietà si estende anche ad aiutare altri circoli Arci – riprende Malquori – E’ il caso di quello di Cercina, frazione di Sesto Fiorentino, per il restauro del quale organizziamo insieme a loro un pranzo per il 19 novembre con il nostro speciale girarrosto”.

    Menu

    – Antipasto di affettati e crostini

    – Tortelli casentinesi al sugo

    – Gran Girarrosto del circolo

    – Patate arrosto

    – Budino di mele e cannella

    – Acqua vino e spumante

    “La presenza di circoli – specifica Malquori – di qualunque tipo siano, crediamo sia un grande patrimonio per le nostre comunità, soprattutto nei paesi più piccoli dove spesso rappresentano l’unico punto di socialità e sviluppo della solidarietà all’interno della comunità locale”.

    “Chi ama i circoli e quello che rappresentano – esorta il presidente dell’Arci sancascianese – è invitato a partecipare perché dare la possibilità di riaprire una casa del popolo ai tempi di oggi è un grande segnale”.

    “Ma la nostra attività – tiene a dire – si estende anche al programma culturale. Infatti il 24 novembre ci sarà una rappresentazione su Lucio Dalla, un racconto con letture e musica sul grande artista che è nel cuore di tutti”.

    “Mentre l’1 dicembre – fa sapere – “Il Banchetto”, storico gruppo sancascianese, ci riporterà alle musiche di Lucio Battisti“.

    “Crediamo che la cittadinanza sancascianese – conclude Malquori – sempre generosa e solidale, sappia rispondere a questo nostro impegno che cerca di sviluppare coesione tra le varie realtà sociali del paese e tenere unita la nostra comunità su valori di sano impegno culturale, ricreativo e solidaristico”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...