spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Contro la Sanitars Metalleghe la partita decisiva per dare la svolta alla stagione

    Se non è un match decisivo, poco ci manca. Domani alle 18 Il Bisonte è atteso al Palasport di Mazzano dalla Sanitars Metalleghe Mazzano per la ventesima giornata di A2, e questa sfida potrebbe costituire un crocevia fondamentale per la stagione delle azzurrine: la classifica dice che le bresciane sono al momento le ultime "virtuali" qualificate ai playoff, e hanno due punti di vantaggio su Mastrodicasa e compagne.

     

    E’ ovvio quindi che in caso di sconfitta il gap dalla zona play off aumenterebbe forse irrimediabilmente a sei giornate dalla fine, vista anche la quantità di squadre coinvolte nella lotta, mentre una vittoria rilancerebbe alla grande le quotazioni de Il Bisonte.

     

    Nessuna pressione comunque per la squadra di Francesca Vannini (in foto), che sta già disputando un campionato superiore rispetto alle attese e che nelle ultime giornate si è spesso fermata solo a un passo dalla vittoria, con i tie break che stanno diventando ormai una maledizione. Proprio il precedente dell’andata col Mazzano lo dimostra: al PalaMontopolo l’Azzurra perse 2-3, dopo aver recuperato da 1-2 annullando anche tre match point nel quarto set.

     

    Da quel giorno per la Sanitars non è cambiata l’importanza dell’opposto Elena Koleva, che ne fece 32 e che continua ad essere la miglior realizzatrice della serie A2 con 440 punti firmati in 19 giornate, ma è cambiato l’allenatore: il 21 febbraio, dopo la sconfitta contro Casalmaggiore, l’ex coach di Crema (in A1) Leonardo Barbieri ha sostituito Carlo Zanoni, che era reduce da quattro ko di fila, ottenendo subito una vittoria a San Vito.

     

    Francesca Vannini comunque arriva all’appuntamento al termine di una settimana di allenamenti piuttosto proficua, e potrà scegliere il sestetto fra tutto il gruppo a disposizione:“E’ vero, è una partita decisiva – dice Vannini – però il problema è che quando sei in lotta con tante squadre in due o tre punti, se vinci e poi perdi la settimana dopo, sei comunque punto e a capo. Noi dobbiamo proseguire nel nostro cammino e nella nostra filosofia, che è quella di dare il 100% in ogni partita cercando di giocare al massimo e con sacrificio. Se ci facciamo un "mazzo" così siamo competitivi, altrimenti non abbiamo i numeri per giocare con sufficienza".

     

    "Alla squadra – conclude – ho chiesto di giocare con quello spirito e con quella voglia che servono contro una squadra molto forte come Mazzano, che secondo me ha fatto meno punti di quanto poteva: hanno tre attaccanti fortissimi, e se vogliamo portare a casa punti dobbiamo fare una grande partita a muro-difesa e anche migliorare in battuta”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua