spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelli del Grevepesa cerca lavoratori stagionali per ricevimento e lavorazione uve

    "Non si tratta di vendemmia" precisa la cooperativa con quartier generale a Gabbiano. Il lavoro inizierà a metà settembre, compatibilmente con lo stato di maturazione delle uve

    GABBIANO (SAN CASCIANO) – Castelli del Grevepesa cerca “lavoratori stagionali per il ricevimento e la lavorazione delle uve, esclusivamente presso la nostra cantina in San Casciano (non vendemmia)”.

    “Si offre regolare contratto di lavoro operaio a tempo determinato – precisa la cooperativa – secondo quanto previsto dal vigente CCNL dell’Agricoltura”.

    Le persone, si legge ancora, riceveranno “la formazione prevista per le mansioni da svolgere, compreso il corso sulla sicurezza con rilascio di certificazione, e verrà affiancata durante i turni lavorativi da nostri operai specializzati in base alla mansione assegnata”.

    “Eventuale lavoro straordinario verrà regolarmente remunerato – prosegue Castelli del Grevepesa – Inizio lavoro: intorno alla metà di settembre, dipendentemente dallo stato di maturazione delle uve”.

    Si richiedono.

    – Buona volontà;

    – Attitudine a lavorare in team e nel rispetto delle procedure;

    – Flessibilità nell’orario di lavoro a seconda dell’andamento vendemmiale, e quindi disponibilità a lavorare il sabato, come anche a lavorare su turni giornalieri o giornata intera.

    Gli interessati possono inviare la propria candidatura a info@castellidelgrevepesa.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...