spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La Cgil: “Ci aspettiamo delle risposte sull’incontro chiesto al ministro dell’istruzione Giannini”

    SAN CASCIANO – Venerdì 8 maggio alle 12 è in programma  un presidio davanti alla sede della giunta regionale Toscana (piazza Duomo 10, angolo via dell'Oriolo), in coincidenza con la consegna al presidente della Regione Enrico Rossi delle firme raccolte dai genitori, docenti, alunni, personale Ata, comunità scolastiche tutte, a sostegno dei dirigenti scolastici toscani non ammessi alle prove orali della rinnovazione del Concorso 2011.

     

    Fra questi, come noto, Marco Poli, sancascianese, dirigente dell'Istituto Comprensivo di San Casciano, per il quale tutta la comunità si sta battendo da settimane.

     

    "In occasione della consegna – dicono dalla Cgil – ci aspettiamo una comunicazione sull'esito dell'incontro chiesto da Regione e Anci al ministro dell'istruzione Giannini per fare il punto sulla situazione. Nel frattempo prosegue la raccolta delle firme che sarà chiusa solo nella giornata di oggi".

     

    "Per esplicitare la sconcertante situazione in cui si trovano questi dirigenti scolastici – ricorda ancora la Cgil – e la situazione di disagio delle comunità scolastiche coinvolte che vedono messo a rischio l'operato dei loro presidi e la continuità del lavoro da loro svolto in collaborazione con le amministrazioni dei territori, nell'ambito del presidio è convocato un incontro con la stampa alle 12.30 di fronte alla presidenza della Regione Toscana".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua