spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Diciassette sancascianesi a tavola insieme: ogni 10 anni, da quando ne avevano 50. Ma stavolta… dopo 5

    Lo hanno chiamato "Il pranzo degli 85enni": siamo andati a trovarli. Fra battute, ricordi, qualche malinconia e vecchie foto tutte da guardare

    SAN CASCIANO – C’è chi ha voluto goliardicamente chiamarlo “Il pranzo degli 85enni”, con un menù studiato per l’età. Ma che, in realtà, era una burla per sorridere.

    Il pranzo, quello vero, si è tenuto a “La Cantinetta del Nonno”, nella via centrale del paese, sabato 29 aprile. Qui diciassette sancascianesi “doc” si sono ritrovati come da tradizione.

    “Abbiamo iniziato a festeggiare i 50 anni – ci dice Mario Marchi l’ideatore – poi i sessanta, settanta, ottanta Poi la decisione di festeggiare 85, perché a 90… chi lo sa!”.

    “Oggi siamo in diciassette – ci dice ancora – mentre diciassette sono quelli che non ci sono più”.

    Mario, ha portato con sé anche vecchie foto, scatti presi in momenti felici, immagini che sono passate di mano in mano, osservate attentamente. In ognuna si trova qualche volto amico che ormai non c’è più.

    Ma questo non vuole certo essere un momento di malinconie; ma anche ricordi gioiosi, di battute, scherzi e voglia di stase assieme. A tavola… ovviamente.

    E così inizia a passare di mano in mano anche il menù, che lascia i più perplessi. Ma è il titolare del locale a tranquillizzare tutti: “E’ un menù scherzoso, scritto per l’occasione”.

    In realtà subito dopo iniziano le portate vere e… altro che tisana, la cucina toscana la fa da padrona. E la festa per gli 85enni prende il via.

    Prossimo appuntamento sarà per i 90 anni, e vogliamo augurare che saranno ancora tutti i presenti al prossimo appello.

    Perché loro, la storia di San Casciano, l’hanno fatta per davvero.

    Ecco il simpatico e scherzoso menù proposto alla tavolata.

    Antipasti: Tisana d’apertura, mozzarella del nonno Nanni light, pane e olio

    Primi: Riso bianco all’olio sasso, semolino tripla macinatura al brodo scappato

    Secondi: Ova sode e rizzati con insalata, pollo lesso, lesso, lesso e patate lesse

    Dolce: Frutta cotta, cotta, cotta

    Acqua Tesorino, Lete, Uliveto o Fiuggi. Vino della casa annacquato. Caffè d’orzo.

    E’ gradita la dentiera.

    Gli 85enni presenti al pranzo: Mario Marchi, Paolo Panzani, Adriano Leoncini, Cesare Lombardini, Marcello Sarti, Giovanni Pescini, Giovanni Ciappi, Umberto Carmignani, Carlo Bagni, Franco Becagli, Vittorio Di Marco, Franco Lepri, Ottavio Mori, Danilo Raspollini, Romano Giani, Paolo Coli, Giuseppe Matteini.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...