spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Punto da un calabrone due volte: dottoressa del 118 salva vita a turista americano

    Era in un agriturismo nella campagna sancascianese. Per lui uno shock anafilattico che poteva essere letale

    SAN CASCIANO – Stava passando un periodo di vacanza in un agriturismo nel mezzo della campagna sancascianese, in questo momento particolarmente suggestivo dell'anno, quando un uomo di 56 anni, americano, nella mattina di domenica 1 ottobre è stato punto per due volte da un calabrone.

     

    Il suo corpo ha reagito immediatamente, andando purtroppo in shock anafilattico: in seguito si è saputo che il turista americano non sapeva neanche di essere particolarmente allergico alle punture di insetto.

     

    Allertato il 118, la centrale di soccorso ha inviato nell'agriturismo una prima ambulanza da San Casciano, con volontari soccorritori.

     

    Vista però la gravità del caso (l'uomo era incosciente) è arrivata in supporto, sempre da San Casciano, la medicalizzata con una dottoressa. Che ha rianimato l'uomo che di lì a poco ha ripreso coscienza.

     

    "Si deve ringraziare la dottoressa – ci racconta una persona che era presente sul posto in quei momenti concitati – che gli ha davvero salvato la vita".

     

    Trasportato in ospedale, il 56enne americano è stato sottoposto a tutti i controlli del caso e poi, in serata, dimesso: ha ripreso la vacanza e, sicuramente, nella sfortuna porterà un bellissimo ricordo del nostro Paese. Dove ha trovato persone efficienti e preparate che gli hanno salvato la vita.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...