spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Estro, saper fare, olio di gomito: Montefiridolfi ha un bar tutto nuovo al “Campino”

    Inaugurato ieri, giovedì 1 luglio, dopo un'estate di pausa (quella del 2020) tornerà ad essere il centro delle serate dei montigiani. Luogo di ritrovo e di socialità (nel rispetto delle norme)

    MONTEFIRIDOLFI (SAN CASCIANO) – Lo scorso anno i montigiani non hanno potuto passare, come di consueto, le loro serate estive al Bar “Il Campino”.

    La pandemia ha cancellato quei dopo cena al fresco, con un caffè, un gelato o una bibita serviti dal piccolo “baretto” al campo sportivo, gestito dell’associazione che si occupa della squadra amatoriale e della gestione del verde pubblico (e non solo) in paese.

    Ma, come si deve fare in questi casi, le difficoltà si superano… rilanciando.

    E così, da un prefabbricato donato, da una cucina dismessa, è nata l’idea di farlo tutto nuovo quel piccolo baretto.

    E sono serviti tempo, passione, ingegno, tanta dediazione, un po’ di estro, per arrivare al risultato (splendido) inaugurato ieri, giovedì 1 luglio.

    Alla presenza, fra gli altri, del parroco, don Rosario Landrini, del presidente dell’associazione Silvano Giuntini, di tanti montigiani venuti con il sorriso stampato in volto.

    Sì, perché da ieri al “Campino” si torna a vivere l’estate (con tutti gli accorgimenti del caso di questo periodo), con le aperture serali al fresco.

    E non ce ne vorranno i tanti che hanno dato una mano alla sua realizzazione, ma anche in questo caso (come in molti altri) in paese si deve dire grazie soprattutto a due persone, Paolo Ermini e Gabriele Sani

    Che in questa impresa sono stati in prima fila, come capita spesso del resto: dal restauro del monumento ai caduti alle recenti sistemazioni, con colorazioni “a tema”, delle panchine in legno della piazza del paese.

    E allora grazie a tutti. Grazie all’associazione montigiana. Grazie a chi si impegna per far vivere il paese, i paesi. Grazie.

    Da oggi, 2 luglio, e per tutta l’estate, la luce del bar al “Campino” brillerà nelle serate estive.

    Con quell’insegna, recuperata dalla vecchia struttura, che racconta chi siamo e dove vogliamo andare. Insieme. Come comunità.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...