spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTO / San Casciano, celebrazione della festa del 4 novembre al monumento ai caduti

    Le celebrazioni 2021 hanno rappresentato un’occasione speciale.  E' stato infatti rievocato il viaggio della salma del Milite Ignoto

    SAN CASCIANO – Si sono svolte ieri, domenica 7 novembre, con una Santa Messa in Propositura e la deposizione della corona al monumento ai caduti in piazza della Repubblica, le celebrazioni del 4 novembre.

    Ovvero, della  Festa dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze armate.

    Il programma ha preso il via con la celebrazione della Santa Messa in memoria dei caduti, alla presenza delle autorità politiche, civili e militari e delle associazioni combattentistiche.

    La cerimonia è culminata con il momento solenne della deposizione della corona al monumento ai caduti, in piazza della Repubblica.

    Inoltre, le celebrazioni 2021 hanno rappresentato un’occasione speciale.

    E’ stato infatti rievocato il viaggio della salma del Milite Ignoto, dai luoghi del fronte fino all’Altare della Patria, a Roma.

    Per riflettere sul sacrificio dei caduti di tutte le guerre e di tanti giovani di ogni parte d’Italia che affrontarono e subirono il dramma della guerra, della violenza e della morte.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...