spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il ricordo: “Addio maestra Franca, abbiamo custodito per te la stessa devozione di quando eravamo bambini”

    La testimonianza di Silvana Nutini e di un gruppo di ex alunni di Franca Campolmi (vedova Paoletti) che ha insegnato a generazioni di sancascianesi

    SAN CASCIANO – Nei giorni scorsi si è spenta Franca Campolmi, vedova Paoletti, classe 1929, maestra di generazioni di sancascianesi.

    E proprio una di loro, Silvana Nutini, ha inviato al Gazzettino del Chianti la sua testimonianza. A nome suo e di un gruppo di ex alunni.

    Riceviamo, e molto volentieri pubblichiamo, questo dolcissimo ricordo.


    L’ultimo saluto alla “Maestra Franca Campolmi”

    Cara Franca, ieri mattina è stato un lungo, potente abbraccio.

    La chiesa era stracolma di persone.

    C’era la scuola, con tanti volti di storici insegnanti e poi c’eravamo noi, alunni di generazioni lontane, molti ormai con i capelli bianchi.

    Tante persone riunite per un grande tributo di affetto!

    Anche in questa occasione solenne, semplice come tu sei stata, ma densa di significati e di valori, è arrivata la tua voce.

    Quando, tuo figlio Cesare ha letto alcune parti del tuo saluto alla famiglia, si è compreso subito che quel tuo saluto era il tuo “testamento spirituale”.

    Correva l’anno… 1963

    E’ stato un momento intenso di profonda commozione.

    L’ultimo messaggio d’amore da lasciare ai tuoi cari e non solo, ma a tutti coloro che ti hanno voluto bene e hai condotto per mano dalla scuola alla vita.

    Voglio dirti che è stato difficile staccarsi.

    Nessuno di noi se ne voleva andare, come capita spesso, per tornare frettolosamente ai propri impegni quotidiani.

    Ci siamo riuniti in piccoli gruppi e siamo rimasti a lungo davanti alla chiesa, quasi a volere trattenere ancora la tua presenza.

    I ricordi si affacciavano ovunque, ognuno aveva qualcosa di speciale di te da raccontare: la dolcezza, il sorriso, gli abbracci, il tono sempre pacato eppure autorevole, i gesti… i commenti ai nostri temi (a quei tempi… pensierini), certi azzeccati rimproveri tipo “pasticciona” che spesso quando sbaglio, ritornano alla mente  e ci sorrido!

    E tutto era intatto, indelebile… tutto era lì con noi.

    Donna, insegnante straordinaria!

    Sei riuscita a donare così tanto, a trasmettere con tanta passione, che durante tutta la tua lunga vita abbiamo custodito gelosamente la stessa “devozione” per te, di quando eravamo bambini.

    Grazie…. Sei parte del nostro cuore per sempre.

    Silvana Nutini a nome di un gruppo di ex-alunni

    Riunione di classe di alcuni anni fa…

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...