spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Incendio in via Scopeti, alle porte del paese: in fiamme anche questa estate la “solita” oliveta

    Gli alberi avvolti dai rovi diventano ogni anno un pericolo costante. Intervento de La Racchetta e dei vigili del fuoco del nuovo distaccamento di San Casciano

    SAN CASCIANO – Incendio poco prima delle 16 di oggi, lunedì 20 luglio, in via Scopeti. Siamo alle porte di San Casciano, a poca distanza dal primo nucleo di abitazioni all’inizio del paese.

    Siamo esattamente nel punto nel quale non passa estate che si sviluppi un incendio, ovvero l’oliveta che da anni è abbandonata a se stessa.

    Un brutto biglietto da visita per chi entra in un paese in cui si produce dell’ottimo olio extravergine doliva, e invece si trova la visione di olivi avvolti da rovi.

    Ma soprattutto un pericolo costante in questi periodi caldi e secchi, ed è la cronaca a confermarlo.

    Ad andare in fumo è stata per fortuna solo una piccolissima porzione: danni ridotti grazie al pronto intervento dei volontari de La Racchetta, di San Casciano.

    E della squadra di vigili del fuoco del nuovo distaccamento di San Casciano, arrivati dalla sede del Bardella.

    Sul posto sono intervenuti per la viabilità anche gli agenti della polizia locale e i carabinieri forestali.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...