spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al ristorante Gabbiano Amny: a seguire favolosa cena tipica Tuareg con il rito del the verde

    GABBIANO (SAN CASCIANO) – "Una storia del deserto" al ristorante Gabbiano Amny, sabato 13 settembre alle 19.30. Una storia vera, un piccolo libro speciale sul Sahara e il suo popolo-mito: i Tuareg.

     

    L'autore, il nigerino Ibrahim Kane Annour, ha lavorato a lungo come guida turistica. Quando scoppia la ribellione del Movimento nigeriano per la Giustizia, è sospettato di appoggiare i ribelli come tutte le guide turistiche per la loro profonda conoscenza del deserto.

     

    Costretto a lasciare la sua terra, giunge in Italia come rifugiato politico. Viene accolto a Pordenone, dove vive la più grande comunità Tuareg italiana.

     

    Il libro, scritto a quattro mani con la giornalista Elisa Cozzarini, ne ripercorre infanzia e giovinezza, celebrando la nobiltà della vita nomade e la magia dei viaggi con le carovane tra Azzel, Agadez e il deserto, ma anche l'impegno politico al liceo e le spedizioni con gli occidentali.
     

    Dopo la presentazione/racconto cena tipica Tuareg, con Ibrahim Kane Annour per continuare il viaggio nel deserto (20 euro escluse bevande). E con il rito del the verde degli "uomini blu" del deserto.

     

    Info e prenotazioni: ilgabbianoamy@gmail.com – 055821500 – 339.4467909.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...