spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Esemplare di lupo travolto e ucciso fra San Casciano e Mercatale

    L'animale investito attorno alle 8 della mattina del 4 dicembre lungo la SP 92 all'altezza dei Paolini

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Ormai non ci sono più dubbi, i lupi sono alle porte di casa. Letteralmente.

    E la conferma l’abbiamo avuta la mattina di giovedì 4 dicembre quando un esemplare maschio è stato investito e ucciso da un automobilista in località Paolini, sulla SP92 a pochi chilometri da Mercatale, intorno alle 8.

    L’uomo, che tra l’altro ha subito danni all’auto, si è improvvisamente trovato davanti il lupo dopo che questo è saltato dal muro. Impattando con l’auto.

    Si è subito reso conto che non si trattava di un cane: in un primo momento ha avvisato la Forestale e successivamente la polizia locale di San Casciano, che si è recata sul posto.

    Gli agenti sancascianesi hanno prontamente chiamato la polizia provinciale, competente in questi casi. Il lupo è così rimasto sul bordo della strada in attesa di essere recuperato e portato al comando provinciale.

    La notizia si è subito diffusa, tanto che diverse persone si sono fermate a vedere: tra questi anche dei cacciatori che ci hanno confermato che l’esemplare era stato già avvistato nella zona, pochi giorni fa, durante una battuta di caccia.

    Ma non era finita lì, perché una signora che stava portando il bambino a scuola, transitando da via Caserotta, ha visto lungo la strada un capriolo sbranato.

    Ci siamo spostati immediatamente a vedere e in effetti (muovendosi con cautela poiché un cane stava azzannando la carcassa del capriolo) si trattava di una femmina.

    Scarnificata sicuramente poco prima dal lupo che, finito il “pasto”, ha trovato poco dopo… la morte.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...