spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mercatale: “Ci siamo svegliati di notte con i ladri che puntavano una torcia alla nostra finestra”

    La padrona di casa: "Ho visto alcune luci nel soggiorno, un baluginio strano. Ho chiamato il mio compagno, che si è alzato..."

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Si sono svegliati in piena notte. Con i ladri che puntavano le loro torce dentro casa. Da una delle finestre, dopo aver già fatto il foro per aprirla.

    Ma andiamo per ordine.

    Notte appena trascorsa, fra domenica e lunedì. Zona di via Crespello-via della Pineta, Mercatale.

    “Stanotte avevo il sonno leggero – inizia a raccontarci la padrona di casa – verso le quattro ho sentito qualcosa. Visto il periodo ho pensato a una scossettina di terremoto”.

    “Mi è venuto di guardare l’ora – prosegue – ha acceso la pila che la irradia l’orario sul soffitto, erano da poco passate le quattro. Volevo guardare la App sui terremoti, ma mi sono ri-addormentata”.

    Ma il sonno rimane leggero, come se qualcosa lo disturbasse: “Poco più tardi ho visto alcune luci nel soggiorno, un baluginio strano. Ho chiamato il mio compagno, che si è alzato”.

    L’uomo va a vedere, e appena entra si ritrova una torcia puntata in faccia, con la luce che arriva dalla finestra.

    Di là dal vetro, i ladri. Come si vede dalle foto, avevano preso una sedia, un toppo di legno, erano saliti fino alla finestra, avevano già praticato il classico foro per aprirla.

    “Forse – dice la donna – stavano dando un’ultima occhiata per vedere se qualcosa si muovesse, o se c’era l’allarme. Strano, peraltro, che non abbiano visto prima che la casa è allarmata”.

    Particolare ulteriore da tenere in considerazione: “Abbiamo chiamato subito i carabinieri – dice stupita in conclusione – e ci hanno detto che una pattuglia era già in zona, da un’altra famiglia dalla quale avevano cercato di entrare. Ma quando hanno provato da voi, hanno chiesto i carabinieri? In questo momento, abbiamo risposto!”.

    Tutto intorno però ci sono campi, bosco, spazi aperti. Vie di fuga perfette per far perdere le proprie tracce.

    Quello che fa comunque riflettere è che, essendo presumibilmente la stessa “batteria”, dopo aver provato in una prima casa (e con la conspeveloezza che sarebbero state chiamate le forze dell’ordine) hanno provato ad entrare in una negli immediati dintorni.

    Fate quindi attenzione. Il periodo è “caldo” dal punto di vista dei furti in appartamento. Prendete tutte le precauzioni possibili. Segnalate qualsiasi movimento sospesso alle forze dell’ordine.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...