spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Parcheggio Stianti (ancora) preso di mira. “Writer” a tredici anni: individuati

    Ragazzine e ragazzini. Imbrattano i muri con le iniziali dei nomi: identificati con vigilini e videosorveglianza

    SAN CASCIANO – Una bravata per alcuni ragazzini e ragazzine di San Casciano che hanno sporcato i muri del parcheggio Stianti lasciando traccia di sé e delle proprie iniziali a colpi di bombolette spray.

     

    L'area di sosta sotterranea più grande di San Casciano torna ad essere presa di mira da giovani "writer", autori di atti vandalici individuati in questo caso dalla polizia locale grazie all'ausilio dei vigilini e del sistema di videosorveglianza che oggi conta una cinquantina di telecamere installate in vari punti del parcheggio.

     

    I responsabili del gesto, probabilmente minori di quattordici anni, sono in fase di identificazione. L'intervento della polizia locale rientra nel piano dell'attività di controllo del territorio e delle azioni di contrasto al fenomeno sempre più diffuso legato al vandalismo e al graffitismo nelle aree pubbliche messo in atto dal Comune di San Casciano.

     

    “Solo da poche settimane – commenta il comandante di polizia locale dell'Unione comunale del Chianti Fiorentino Mariagrazia Tosi – il Comune aveva portato a termine un ampio intervento di imbiancatura delle pareti del parcheggio, attività di utilità pubblica per la quale erano stati coinvolti i migranti ospiti del Centro di accoglienza di San Casciano; a causa di questo episodio l'amministrazione è stata costretta a rimbiancare i muri in modo da rimuovere le scritte”.

     

    Il codice penale prevede e punisce l'imbrattamento o deturpamento di beni immobili come reato. A differenza del danneggiamento, che produce una modificazione della cosa, l’imbrattamento comporta un’alterazione temporanea e superficiale.

     

    “La legge – aggiunge il comandante Tosi – prevede una sanzione amministrativa fino a mille euro per chi vende bombolette spray ai minori di diciotto anni e quindi si procederà a sanzionare gli esercenti nei confronti dei quali sarà accertata tale violazione”.

     

    Negli ultimi anni sono una ventina complessivamente i giovani, responsabili di atti vandalici a vario livello, identificati dalla polizia locale dell'Unione comunale. Il parcheggio Stianti è costituito da circa 250 posti auto.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...