spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il 52enne lavorava per le Cantine Antinori: il 13 ottobre sarebbe tornato per un po’ a casa

    SAN CASCIANO – E' davvero forte il dolore della comunità senegalese di San Casciano per la morte del 52enne, operaio agricolo, falciato nella mattinata di sabato 5 ottobre sulla Firenze-Siena (foto sopra d'archivio) da un'altra auto.

     

    Pare che insieme a un suo amico e collega (entrambi lavoratori agricoli, l'altro è in ospedale ferito e accudito da alcuni connazionali) fosse fuori dal mezzo quando è sopraggiunta l'auto condotta da una giovane poggibonsese (c he se l'è cavata con ferite lievi).

     

    Prima l'impatto con i due, poi con il mezzo fermo: la polizia stradale di Siena sta facendo tutti i rilievi del caso per ricostruire la dinamica di un incidente nel quale comunque paiono aver giocato un ruolo fondamentale anche il maltempo e le condizioni della strada.

     

    Appena saputo della tragedia il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini e l'assessore all'integrazione Veronica Cei si sono messi in contatto con i rappresentanti della comunità senegalese che vive nel territorio sancascianese, per porgere le condoglianze da parte di tutta la cittadinanza.

     

    Khalil lavorava nei campi per conto delle Cantine Antinori: viveva con alcuni connazionali a Mercatale e il 13 ottobre, a fine vendemmia, aveva già pronto il biglietto aereo per tornare un po' di tempo con la sua famiglia in Senegal.

     

    "Il dolore è davvero grande – dice il sindaco Pescini – quando una persona se ne va in questo modo. Lungi da noi il voler speculare su questa tragedia, che però non fa altro che ribadire che la battaglia che abbiamo fatto (e stiamo facendo) per la messa in sicurezza dell'Autopalio, è una battaglia di giustizia e civiltà".

     

    "Sappiamo – conclude il primo cittadino – che sono in arrivo finanziamenti regionali e nazionali per questa strada. Diciamo che bisogna fare presto, che vanno utilizzati subito e al meglio: perché quando dicevamo che siamo di fronte a poco più di una mulattiera dicevamo, purtroppo, la verità".

     

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...