spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nuovi ascensori area Stianti installati: per adesso sono in attesa di rifiniture e collaudi finali

    Una volta chiusi del tutto i lavori, potrà essere convocato l'ente ministeriale per espletare definitivamente tutte le procedure

    SAN CASCIANO – Arriverà, prima o poi, il momento in cui per salire e scendere verso il parcheggio e l’area ex Stianti, si potrà usufruire di ascensori sicuri, funzionanti, affidabili.

    Arriverà, prima o poi. Al momento però, dopo gli annunci dell’amministrazione comunale sancascianese dei mesi scorsi, i due ascensori sono ancora fermi.

    In realtà i lavori di sostituzione sono stati effettuati: adesso c’è da aspettare le procedure burocratiche per collaudo e messa in funzione.

    Al momento mancano ancora alcune rifiniture che potrebbero far sforare il termine previsto per i lavori, con il Comune che applicherà le conseguenti penali.

    Una volta chiusi del tutto i lavori, potrà essere convocato l’ente ministeriale per espletare definitivamente tutte le procedure e, finalmente, metterli in funzione.

    Non ci si sbilancia pubblicamente sui tempi, ma la speranza di tutti è che le feste di Natale vedano i nuovi ascensori dell’area Stianti… in funzione.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...