spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Ruscelli” che nascono dai campi. La scoperta di due perdite d’acqua

    Le segnalazioni dei cittadini che l'hanno scoperte tra gli uliveti di via Grevigiana a Le Corti

    SAN CASCIANO – Ancora perdite d’acqua sul territorio. A segnalarlo è stavolta un cittadino che durante una camminata in un campo, si è accorto che dal terreno di un oliveta ai margini di una strada di campagna (via Grevigiana a Le Corti) è comparso un ruscello d'acqua che durante la notte è usato come abbeveratoio per animali selvatici, cinghiali e caprioli in particolare, in un periodo di siccità.

     

    Sul posto abbiamo incontrato un altro signore che pensava di trovarsi di fronte a un tecnico di Publiacqua: "Finalmente! – ha esclamato – sono tre mesi che abbiamo segnalato la perdita che va a finire in Greve. Non sapevamo più a che santi rivolgerci, se non è una priorità accomodare un tubo che perde una quantità così enorme d’acqua ditemi voi".

     

    In una radura di lecci, c'è il rumore dell’acqua che scorre. Un secondo rigagnolo nasce da un’enorme buca nascosta dall’erba in mezzo a un campo incolto. Probabilmente si tratta di una perdita nel tratto dell’acquedotto che porta l’acqua da San Casciano a Mercatale, i due "ruscelli" si trovano dietro l’abitato del civico n° 3 di via Grevigiana sulla curva de Le Corti. 

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...