spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 18 Settembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rsa Villa San Martino: fiorisce una primavera piena di eventi

    Al centro, come sempre, gli ospiti della struttura: che andranno anche al Carnevale Medievale

    SAN CASCIANO – Fiorisce la primavera a Villa San Martino, con l'Rsa di via Empolese che organizza una serie di eventi che hanno al centro, come sempre, gli ospiti (e i loro familiari).

     

    Si parte oggi, venerdì 29 marzo, quando nel pomeriggio verrà inaugurata la passeggiata davanti alla residenza sanitaria, intitolata alla memoria di Giacomo Tachis, il grande enogolo che viveva a pochi metri.

     

    Domenica 31 marzo alcuni degli ospiti dell'Rsa seguiranno, come ormai da tradizione, lo spettacolare Carnevale Medievale Sancascianese dalle tribune di piazza della Repubblica.

     

    Il 30 aprile "Serata a Teatro": gli ospiti saranno accompagnati in una uscita serale, andando a vedere una pièce intitolata "I blues" al Teatro Niccolini di San Casciano.

     

    Stanno poi procedendo con grande entusiasmo e partecipazione i due progetti già iniziati quest'anno: il martedi mattina le letture con le "Nonne favolose", che nell'ultima seduta hanno proposto immagini e letture sulla "Primavera di Botticelli" accompagnate dalle note della celebre "Primavera di Vivaldi".

     

    Il giovedì mattina corso di pittura con l'artista Eugenia Liaci, che con i suoi colori aiuta gli ospiti a manifestare sulle tele le proprie emozioni. In preparazione bellissime opere che verranno esposte in una mostra alla biblioteca comunale a San Casciano, giovedì 23 mggio.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...