spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In prima nazionale il 3 e 4 luglio: progetto di Stefano De Martin e Virginio Liberti

    SANT'ANDREA IN PERCUSSINA (SAN CASCIANO) – Prosegue il ricco cartellone di eventi promosso dal Comune di San Casciano per celebrare il quinto centenario del “Principe” di Niccolò Machiavelli nei luoghi in cui il capolavoro è stato composto.

     

    A Sant’Andrea in Percussina “Il Principe azzurro”, una prima nazionale firmata da Stefano De Martin e Virgilio Liberti realizzata con il sostegno di Banca Ifigest Firenze. Lo spettacolo si inquadra nel programma del Festival Internazione di Teatro Azione di San Casciano che dedica al potere la sua decima edizione.

     

    Un testo inedito, una prima nazionale in uno dei luoghi più significativi della storia occidentale, quello che ha visto la nascita del “Principe”, il testo per eccellenza sulla microfisica del potere. E’ il drammaturgo italo-brasiliano Virginio Liberti ad accompagnare Nicola, alias Tommaso Taddei della compagnia GogMagog, nel tunnel della perdita di sé.

     

    Nelle stanze dove 500 anni Machiavelli trascorreva il suo inquieto confino, ascolteremo la vicenda di Nicola, trentacinquenne fiorentino di rara sensibilità, dolcezza morale, coinvolgente intelligenza e bellezza. Oggi profondamente infelice, colpito dalla violenza delle relazioni e delle cose, stritolato da una città che ama la bellezza nelle opere d'arte ma la osteggia negli esseri umani (almeno così pensa Nicola).

     

    Il potere del branco, della massa, della gente intorno, lo stanno annientando; non è riuscito a resistere alla prova d'urto del vivere in mezzo agli altri. Non è stato capace di opporsi alla sopraffazione degli altri e, alla fine, Nicola è diventato un idiota, più degli altri. Nicola non è riuscito a governare le sue emozioni, a evitare il proprio deragliamento esistenziale. E pensa di essere lui l'unico colpevole. Da sempre questo è il problema di ogni principe: essere o non essere?

     

    Un intenso viaggio nelle relazioni di potere più intime, estreme; quelle che hanno bisogno di vittime da divorare, quelle che non hanno più necessità di un Principe tanto sono pervasive e potenti intorno e dentro noi.

     

    Inizio spettacolo: ore 21.30 e 23. Ingresso: 8 euro. Info: 393 9829857.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...