spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Approvato dal consiglio comunale, ce lo spiega l’assessore all’urbanistica Savi

    Non basterà l’uso di materiali ecosostenibili: con il nuovo regolamento edilizio, approvato a maggioranza dal consiglio comunale, per costruire nuove abitazioni a San Casciano sarà necessario attenersi ad una serie di criteri e modalità che fanno riferimento alla bioedilizia. L’obiettivo e la novità principale del documento, aggiornato nelle normative e reso omogeneo nei contenuti rispetto al regolamento urbanistico e al piano strutturale, si riconducono all’introduzione dei requisiti obbligatori che puntano al risparmio energetico e alla riduzione dei consumi.

     

    Il posizionamento dell’edificio, finalizzato ad ottenere una maggiore resa sul piano dell’esposizione solare, l’isolamento termico, la raccolta delle acque piovane per il risparmio della risorsa idrica, l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici, l’utilizzo di energie alternative tra cui il geotermico sono alcuni degli aspetti che concorrono alla realizzazione della casa sancascianese del futuro: un’abitazione autosufficiente sul piano energetico, rispettosa dell’ambiente e del valore delle risorse esauribili. Per le nuove costruzioni, le demolizioni totali con ricostruzione e gli interventi di maggiore consistenza l'adozione di criteri di sostenibilità diviene dunque obbligatoria e questo a differenza di quanto regolamentato fino ad ora.

     

    “Per la redazione del regolamento edilizio – dice l’assessore all’urbanistica Carlo Savi (in foto) – abbiamo adottato lo stesso metodo di partecipazione e confronto applicato per il regolamento urbanistico, il documento che abbiamo approvato è infatti frutto di un lavoro complesso e articolato, arricchito dai contributi della commissione consiliare e dai tecnici che ci hanno permesso di migliorare notevolmente la bozza dalla quale eravamo partiti; siamo soddisfatti del risultato ottenuto per il quale abbiamo lavorato a lungo e con l’obiettivo di rendere il regolamento chiaro e comprensibile non solo ai tecnici ma anche ai cittadini, completo sul piano descrittivo e grafico e agile in modo da poterlo modificare qualora si presentasse la necessità”.

     

    Il regolamento edilizio avrà infatti una sua fase di verifica e sarà possibile effettuare delle variazioni dopo averle approvate in consiglio comunale”. “Uno degli elementi che rendono pregevole il lavoro – aggiunge l’assessore Savi – è la flessibilità della struttura del regolamento: se qualcosa non dovesse rivelarsi adeguato agli obiettivi prefissati ci renderemo disponibili ad aggiornarne i contenuti in sede di consiglio comunale”.

     

    Il nuovo regolamento, oltre a dare attuazione a norme riguardanti l'abbattimento delle barriere architettoniche e le cadute dall'alto, costituisce il tentativo di fornire a professionisti e cittadini un punto di riferimento che recepisce e coordina in un unico testo le normative che regolano l'attività edilizia, dalla nuova costruzione, alla ristrutturazione, dalla realizzazione di piccoli manufatti in territorio agricolo agli interventi di arredo urbano in centro storico.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...