spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fulvia, Cosetta e Naveed: riapre la cucina storica del ristorante “Nello”

    Da domenica 8 gennaio il locale di via IV Novembre è tornato all'attività. Un luogo caro a molti sancascianesi

    SAN CASCIANO – Dove eravamo rimasti. Sì, partiamo dal settembre 2016 quando lo storico ristorante "Nello", in via IV Novembre, chiuse la saracinesca: in molti pensavano che i gestori fossero andati in ferie, ma in realtà era la fine della loro gestione.

     

    Ma da domenica 8 gennaio il ristorante "Nello" ha riaperto con la nuova gestione, composta da Fulvia Calattini, Cosetta Soffici e Naveed.

     

    COM'ERA – Il ristorante "Nello" negli anni Cinquanta

     

    "Diciamo che siamo i "nuovi vecchi" – ci dice Fulvia – perché io e Naveed abbiamo lavorato in cucina con la gestione di Francesco Coppini, mentre la nuova entrata è Cosetta, una sancascianese doc!".

     

    Quali saranno le novità che proporrete ai clienti? "Tutti i giorni salvo il giovedì, giorno di chiusura, saremo aperti sia a pranzo che a cena, mentre nel periodo invernale chiuderemo il sabato a pranzo".

     

    Quali saranno i vostri piatti forti? "Naturalmente cucina toscana, con qualche rivisitazione. Il cavallo di battaglia sarà il ragù alla vecchia maniera, fatto tutto a coltello. La pasta (a parte spaghetti e penne), sarà fatta da noi a mano, pappardelle, tagliatelle, ravioli, gnocchi".

     

    COME E' – Il ristorante "Nello" oggi

     

    "Come secondo – proseguono – la bistecca con carne piemontese di femmina; in più facciamo il nostro peposo, un peposo rivisitato usando quattro tipi di pepe diversi, apprezzatissimo dagli imprunetini che ci conoscono. Rimetteremo in funzione anche il il girarrosto. Il nostro motto è stagionalità, qualità e prodotto del territorio. Non abbiamo congelatore e acquistiamo da aziende del posto con soli prodotti di stagione".

     

    L’ambiente è davvero accogliente, rivisitato in alcune parti; l’unica rimasta intatta dal 1948, anno di apertura di Nello Leoncini, è la cantina.

     

    Passando da una porta laterale si scendono pochi scalini per poi ritrovarsi indietro nel tempo, fra fiaschi impagliati e vecchie bottiglie di vino Chianti.

     

    Anche il numero telefonico per le prenotazioni è rimasto il solito 055 820163.  A questo punto non resta altro che dire… buon appetito!

     

    INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...