spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scazzottata… da film western, sedata solo dall’intervento dei carabinieri del Radiomobile

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – Rissa di quelle pesanti in piazza del Monumento a Cerbaia. E’ successo domenica 11 maggio, e solo grazie all’intervento di due pattuglie del Radiomobile dei carabinieri è tornata la calma, anche se un uomo è stato trasportato per accertamenti al pronto soccorso.

     

    Il tutto sembra sia iniziato intorno alle 22 nei pressi del campo sportivo di Cerbaia, quando un gruppo di uomini adulti, di nazionalità non italiana, ha iniziato a discutere animatamente, tanto che sono state rotte alcune bottiglie di birra (senza però ferire nessuno).

     

    Il gruppetto si è spostato poi in piazza del Monumento. Dove, intorno alle 23, è iniziata una scazzottata da film western.

     

    Alcuni passanti, vista la particolare violenza che aveva preso la cosa, ha pensato bene di avvisare le forze dell’ordine.

     

    Una volta sul posto i carabinieri sono riusciti a sedare la rissa, identificare le persone e chiedere l’intervento di un'ambulanza per portare all'ospedale uno dei protagonisti, rimasto ferito.

     

    Il giorno dopo la panchina è ancora occupata da coloro che la sera prima se le sono date di santa ragione. Stavolta a intervenire in maniera discreta, poiché gli uomini sono tranquilli, è la polizia municipale di San Casciano durante un consueto pattugliamento.

     

    "Purtroppo non è l’unico episodio – ci dicono alcuni residenti seduti di fronte al bar – è successo altre volte. Molti di noi hanno smesso di andare a sedersi su quelle panchine, provi ad avvicinarsi e si renderà conto del cattivo odore di vino e birra".

     

    Siamo così andati a vedere: l'odore è davvero forte, per terra si nota una grande macchia fa l’effetto-colla, probabilmente si tratta di un liquore versato per terra.

     

    "Negli ultimi anni sono aumentati gli stranieri a Cerbaia – afferma un altro signore – Le loro donne lavorano come badanti ben integrate nelle famiglie. Anche gli uomini a dire la verità lavorano, ma il sabato e la domenica si ritrovano bevendo birre e a volte liquori in maniera impressionante, così  succede che da una discussione arrivino anche alle mani per futili motivi".

     

    Non c'è nessuna venatura di razzismo in quello che ci viene raccontato, ma solo la presa d'atto di un problema sociale (quello del bere troppo), che diventa talvolta anche un problema di sicurezza e ordine pubblico.

     

    Gli animi sono comprensibilmente un po’ riscaldati. E giustamente preoccupati per quest’ultimo episodio. Che in una piccola frazione come Cerbaia fa certamente più notizia rispetto a una grande città.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...