spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 9 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Poco prima delle 17: 3.1 e 3.3 della scala Richter. Testimonianze sul Gazzettino

    Il terremoto torna a far paura nel Chianti: le due scosse di oggi pomeriggio, poco prima delle 17, hanno fatto riversare in strada centinaia di persone nella zona attorno a San Casciano.

     

    Nella nostra zona è stata avvertita in maniera particolare a San Casciano. Ma anche giù verso Cerbaia. E poi ancora a Montespertoli, San Vincenzo a Torri, Scandicci.

     

    "Per adesso – spiega l'assessore alla Protezione Civile Roberto Ciappi – è tutto sotto controllo. Non ci sono segnalazioni di nessun problema. Certo è che ha fatto paura: io stesso stavo lavorando a Cerbaia e ho sentito distintamente le scosse, tanto che sono uscito in strada".

     

    Per adesso l'ufficialità, quella del Centro Situazioni Colli Fiorentini, parla di due scosse sismiche con comuni entro 10 km compresi in Lastra a Signa, San Casciano, Montespertoli e Scandicci: si azzarda quindi che l'epicentro possa essere in un'area compresa fra questi, forse nella zona di Cerbaia.

     

    Ecco alcune testimonianze dei nostri lettori. Simona Nuzzi: "Sono corsa fuori! Un grande spavento qui a Cerbaia". Poi Daniela Ceseri: "Alle 16.44 forte boato e una bella scossa , alle 16.50 la seconda. zona Tavarnuzze".

     

    E mentre Caterina Bussotti ci dice che a Tavarnelle non ha sentito niente, Patrizia Leporatti sottolinea che "ho sentito la prima delle 16.44, ero al computer: mi sono impaurita e ho cominciato ad aprire le porte per scappare o mettermi sotto gli stipiti. Non ho sentito la seconda, forse perché ero in movimento. San Casciano, Colle d'Agnola".

     

    Altra testimonianza è quella di Francesca Gallavotti, da Mercatale: "Io ero al computer e la prima scossa l'ho sentita bene, la seconda no". Elisa Cica Fiorini è molto sintetica: "A Panzano nulla".

     

    Marco Leonardi è più esistenziale: "Tavarnuzze: il popolo mormora, un leggera musica di un samba triste ha movimentato il pomeriggio… Abito qua, ma provengo dalla Garfagnana e mi sono sono abituato a non considerare questo tipo di movimenti. Ovviamente comprendo tutti coloro che temono il peggio…è peggio il terremoto politico…sono anni che scuote la nostra esistenza!".

     

    Giulia Branchi: "Qui zona Casalta si è sentita eccome… Specialmente la seconda avvenuta un paio di minuti dopo la prima. E' stata più forte e duratura della prima, ero al primo piano si sono spostati divano e tavolo… Pareva qui sotto.. paura!".

     

    Da San Casciano Sonia Milanesi: "San Casciano, via dei Fossi. Sentite bene tutte e due le scosse mentre ero seduta davanti al pc. Durate qualche secondo, il tempo di capire cosa stava accadendo e poi più niente. Sono abituata a guardarmi tutte le mattine allo specchio per cui non sono facilmente impressionabile!!!".

     

    Testimonianza fiorentina da parte del grevigiano Giacomo Amalfitano: "Io ero in ufficio in centro a Firenze e l'ho avvertita chiaramente". A Cerbaia la scossa si è sentita davvero bene, come conferma Monia Dini: "Siamo scappati fuori". Da Sambuca invece Susan Glasspool ci dice che "non abbiamo sentito nulla".

     

    Gabriele Cocci, barginese in trasferta a Lastra a Signa per lavoro: "Stavolta l'ho sentita anche io, a Lastra a Signa (terzo piano di un edificio in muratura in centro). La seconda no, perché ero per strada, ma non per la paura della prima, bensì per aggiornare il parcometro in scadenza…. si segnalavano sinistre presenze in divisa…. . Terremoto di breve durata ed entità, tutto sommato, modesta. Brutta sensazione ma, se proprio la terra si deve muovere, mille di queste scosse (no tutte insieme, sarebbe uno sciame ben poco piacevole)".

     

    Da San Casciano Giulia Gianni: "Ovvia giù, e oggi ho pure sentito il terremoto…. fortuna che non ci sono stati danni!". Silvano Signorini: "Mi trovavo in aperta campagna non ho sentito. Niente a Greve in Chianti". Anche Mercatale è rimasto "immune", lo confermano Silvia Marcucci e Catiuscia Tapinassi.

     

    Torniamo invee verso San Casciano. Patrizia Lombardini: "Anche a Chiesanuova ha fatto un po' paura specie la seconda scossa, ho sentito benissimo il "boato" e il pavimento che tremava , comunque se il terremoto si ferma a questo siamo più che fortunati".

     

    Infine Roberto Cacciatori, ancora da San Casciano: "Anche io ho sentito le due scosse molto bene; ho guardato il lampadario, ma non si muoveva, neppure la seconda volta. Probabilmente sono state scosse sussultorie e non ondulatorie".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua